Va a cercare la moglie, si apposta fuori da una struttura protetta e poi fa a botte

L'episodio sabato pomeriggio a Monza. Nella specifica circostanza il marito 53enne della donna ospite della struttura al quartiere Cantalupo sarebbe stato coinvolto anche in una rissa

L'incubo per una donna di 48 anni, madre di due figli, non era finito quando una sentenza del Tribunale aveva stabilito che il marito violento si dovesse allontanare di casa. Lui di andare via dall'abitazione non aveva proprio intenzione così ad allontanarsi, insieme ai figli, tutti e due minorenni, è stata lei, ospitata all'interno di una struttura protetta al quartiere Cantalupo, a Monza.

Ma anche qui, sabato pomeriggio, le sue paure si sono nuovamente materializzate quando si è trovata fuori dalla struttura l'ex marito, intenzionato a non darle tregua. Tutto è successo intorno alle 12.30 quando al comando della Polizia Locale qualcuno ha segnalato la presenza di un'auto sospetta nel parcheggio nei pressi dello stadio. Immediatamente sul posto è arrivata una pattuglia della polizia locale che ha fermato S.A., 53enne originario di Napoli ma residente a Inverigo. Dagli accertamenti effettuati è emerso che l'uomo fosse lì per confrontarsi con la moglie, ospite della struttura protetta. A carico del 53enne sono emerse infinte denunce per violenza domestica, lesioni, minacce presentate, oltre che dalla moglie, anche dalla figlia. Addirittura risultano dieci esposti soltanto nel corso dell'ultimo anno. 

Proprio alla luce di questa situazione e del fatto che la donna dall'inizio della sua permanenza nella struttura, nonostante non avesse mai segnalato nulla agli operatori o alle forze dell'ordine, non fosse mai uscita proprio per la paura di incontrare l'ex convivente, sono state avviate tutte le procedure per poter procedere contro il 53enne per stalking.

La Polizia Locale di Monza, che grazie all'intervento sul posto ha fatto emergere questa situazione, ora invierà tutta la documentazione all Polizia di Stato che in passato aveva ricevuto tutte le precedenti denunce. Nella stessa circostanza proprio in quell'area, poco dopo, due uomini sono venuti alle mani a causa di un contenzioso che coinvolgerebbe appunto la donna ospite della struttura. Insieme alla Polizia Locale poi sono intervenuti gli agenti del commissariato di Monza e i sanitari del 118 che hanno trasferito i due contendenti, due uomini, all'ospedale San Gerardo per le medicazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Ospedale di Vimercate "al collasso", NurSind: "Di notte solo 2 infermieri per 53 malati"

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento