rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

La rissa con spranghe e tentativi di investimento nel bar (con il titolare positivo al covid)

Le chiamate al 112, le sirene, le ambulanze e la chiusura per 30 giorni. Denunciato il titolare risultato positivo al covid-19

Una pioggia di telefonate al 112, il rumore delle sgommate a terra e delle spranghe contro le auto. Notte di follia a Monza, la scorsa domenica quando a San Fruttuoso è scoppiata una violenta rissa in un bar. L’allarme è scattato intorno alle 5 dello scorso 16 gennaio e sul posto sono intervenute le pattuglie dei carabinieri della compagnia di Monza insieme ai mezzi del 118.

Almeno una decina le persone coinvolte, molte delle quali soccorse e trasferite in ospedale. Secondo quanto reso noto a scontrarsi sono stati due gruppi rivali e le motivazioni della rissa non sono emerse. Armati di coltelli e spranghe i contendenti si sono affrontati in seguito a una lite che sarebbe nata proprio all’interno di un bar poi chiuso ai sensi dell’art. 100 T.U.L.P.S. (Testo Unico Leggi di Pubblica Sicurezza) su disposizione del questore di Monza.

A intervenire nell’immediatezza dell’evento erano stati i carabinieri della compagnia del capoluogo brianzolo dopo numerose chiamate e segnalazioni al 112 da parte di cittadini allarmati, svegliati da grida, urla e sgommate di auto, a causa di una violenta rissa. Insieme alle forze dell’ordine erano intervenuti anche i mezzi del 118 che hanno trasferito sei ragazzi in ospedale tra Monza e Cinisello Balsamo con trauma cranico, frattura del dito di una mano, lesione di un tendine, frattura del setto nasale, ferite lacero contuse: per tutti la prognosi andava da una settimana a oltre un mese con uno dei feriti trattenuto e ricoverato in ospedale.

Positivo al covid il titolare del bar

Durante gli accertamenti i carabinieri hanno scoperto che il titolare del locale, residente in città, era risultato positivo al covid e quindi avrebbe dovuto osservare il periodo di isolamento. L’uomo però si trovava all’interno del locale, al lavoro. Per questo motivo è stato denunciato per violazione delle disposizioni sanitarie anti-covid 19. Il locale era stato chiuso e l’Arma aveva avanzato una richiesta formale alla prefettura.

Bar chiuso per 30 giorni

In seguito all’accaduto la questura ha disposto la chiusura del locale con sospensione della licenza per questioni di ordine e sicurezza pubblica e il provvedimento è stato notificato giovedì mattina.

“Quanto accaduto ha così fatto emergere un quadro complessivo preoccupante, derivante dalla particolare ed allarmante turbativa arrecata all’ordine e alla sicurezza pubblica, oggettivata dal numero delle persone coinvolte nella rissa, dalle gravità delle conseguenze ed in particolare delle lesioni riportate dai feriti, dalle brutali modalità esecutive dell’aggressione che hanno assunto i connotati di una spedizione punitiva, posta in essere dopo aver reperito pericolosi strumenti atti ad offendere, spranghe metalliche e coltelli, che potevano determinare ulteriori e ancor più gravi conseguenze” hanno spiegato da via Montevecchia. Il bar resterà chiuso per trenta giorni.

IMG_20220121_182849_469-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La rissa con spranghe e tentativi di investimento nel bar (con il titolare positivo al covid)

MonzaToday è in caricamento