menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Chiede soldi in prestito agli "amici" senza mai restituirli: ristoratore monzese in manette

I carabinieri di Agrate Brianza hanno arrestato un 46enne fermato in un ristorante di Milano

Truffa, ricettazione ed estorsione. Dovrà scontare dieci anni, sei mesi e 24 giorni di carcere un ristoratore monzese di 46 anni, pluripregiudicato, arrestato dai carabinieri della stazione di Agrate Brianza.

L'uomo, che è stato fermato in un ristorante di Milano perchè destinatario di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Monza, tra il 2010 e il 2018 si sarebbe fatto consegnare ingenti somme di denaro da amici e conoscenti senza mai restituirle. 

Il 46enne, secondo quanto ricostruito, era riuscito a farsi consegnare da persone facoltose con cui aveva stretto rapporti di amicizia e conoscenza dei soldi che non si era più preoccupato di restituire dopo averli reinvestiti in attività commerciali alcune delle quali poi fallite.

I carabinieri hanno iniziato a indagare sul 46enne dopo che una delle vittime, una conoscente di vecchia data che gli aveva prestato 700 euro, lo aveva denunciato ai carabinieri di Desio. Il 46enne infatti aveva preso il denaro, promettendo di restituirlo dopo pochi giorni ma la promessa non era stata mantenuta.

La donna però non aveva lasciato correre e aveva insistito per riavere il denaro che, dopo diversi mesi, le è stato riconsegnato. A un mese dalla restituzione però la creditrice ha ricevuto una telefonata minatoria da parte dell'uomo che la minacciava, dicendo che non si sarebbe sporcato le mani ma che gliela avrebbe fatta pagare: "Quando meno te lo aspetti vedrai cosa ti succede, tu non sai chi sono io". 

Il 46enne ora si trova in carcere a Monza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Come eliminare la puzza di fumo dalla tua casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento