Cronaca

Una fuga durata sei mesi: Said riesce a recuperare Giulio, il cane del porto di Genova

Nuovo successo per il brianzolo (d'adozione) esperto nel recupero degli animali. Ha messo in sicurezza il meticcio che da sei mesi vagava nel porto

Said Beid insieme a Giulio

Said in trasferta a Genova salva e mette in sicurezza Giulio, il cane imprendibile che da sei mesi vagava tra i cantieri del porto ligure. È felice e commosso Said Beid, addestratore ed educatore cinofilo originario di Casablanca ma che da anni vive a  Villasanta esperto di fama nazionale nel ritrovamento degli animali smarriti. Martedì 27 aprile, dopo esattamente sei mesi dalla fuga di Giulio, è riuscito a recuperarlo.

Giulio il meticcio imprendibile

Giulio è un cane meticcio di poco più di un anno che era stato adottato. Proveniente dal Sud aveva trovato a Genova una nuova famiglia, ma dopo pochi mesi dall’adozione durante una passeggiata – probabilmente a causa di uno spavento - si è slegato dal guinzaglio ed è scappato. “Recuperarlo era diventato per tutti un’impresa – spiega Said Beid a MonzaToday -. La prima volta era stato salvato dagli operai del cantiere che avevano sentito i suoi gemiti in seguito alla caduta in un fosso. Giusto il tempo di metterlo in sicurezza e di coccolarlo un po’ che Giulio è scappato”. Ma il simpatico meticcio, che nel frattempo aveva iniziato ad essere diffidente, era scappato anche quando era stato preso con la gabbia  a trappola, quando era stato messo nel recinto, ed aveva trovato una via d’uscita persino quando era stato messo in un container.

Said conquista la sua fiducia e giocando gli mette il guinzaglio

Fino al 27 aprile quando Said è riuscito a conquistarsi la sua fiducia. “Sono stato chiamato da una volontaria che da sei mesi gli porta quotidianamente il cibo – spiega -. Era necessario prenderlo perché, proprio in quel punto in cui Giulio è abituato a mangiare, a breve ci saranno dei lavori e il cane non potrà più rimanere”. Said  si è recato a Genova e, complice un pizzico di fortuna, è riuscito a recuperare il simpatico meticcio, che adesso si trova in stallo da una volontaria che lo adotterà. “Sono riuscito ad avvicinarlo grazie a un altro cane che aveva conquistato la sua simpatia – conclude -. Piano piano li ho fatti avvicinare alla mia automobile: portiera aperta l’ho fatto giocare facendolo salire e scendere, e facendolo annusare. Poi, dopo un’oretta gli ho messo il guinzaglio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una fuga durata sei mesi: Said riesce a recuperare Giulio, il cane del porto di Genova

MonzaToday è in caricamento