Cronaca Via Asiago

Visita a sorpresa di Matteo Salvini a Monza nel condominio di via Asiago

Sabato il leader della Lega Nord era davanti alla prefettura al presidio a sostegno dei residenti del condominio di via Asiago, domenica pomeriggio invece il "blitz" a sorpresa

Una visita a sorpresa per "vedere come si vive davvero" in via Asiago. Dopo la presenza di sabato al presidio organizzato dalla Lega Nord e da alcuni partiti di destra sotto la prefettura, il leader della Lega Nord domenica pomeriggio è tornato a Monza.

Senza avvisare le forze dell'ordine e senza giornalisti ha voluto effettuare un sopralluogo di persona al condominio di via Asiago dove in alcuni appartamenti completamente nuovi sono ospitati oltre cento cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale in uno stabile dove vivono solo una trentina di italiani che hanno acquistato gli immobili.

Matteo Salvini è arrivato in via Asiago intorno alle 14.30 dopo aver annunciato su Facebook l'imminente "live un po' particolare".  La visita, un'ora circa, è stata trasmessa in presa diretta attraverso i social e il video postato sulla pagina ufficiale del numero uno del Carroccio con questa didascalia: "In diretta da Monza, da un condominio nuovo di zecca, dove gli immigrati sono un ricco affare per pochi e un'enorme fregatura per tutti gli altri".

Matteo Salvini, insieme a Federico Arena, segretario cittadino del Carroccio, ha incontrato i residenti e si è lasciato guidare tra scale e gli appartamenti numerati, senza proprietario, dove all'interno vivono oltre a pochissime famiglie straniere decine di richiedenti protezione internazionale. Nel corso della visita i residenti hanno ribadito i disagi che lamentano ormai da mesi in relazione alla situazione che vivono quotidianamente tra cui le problematiche relative alla convivenza, alla svalutazione degli immobili, alla sicurezza e ai rumori notturni. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Visita a sorpresa di Matteo Salvini a Monza nel condominio di via Asiago

MonzaToday è in caricamento