Armati di pistola rapinano calciatore del Milan Castillejo, fermati due 30enni: il covo a Brugherio

Avevano rapinato l'uomo dell'orologio da 80mila euro, sono stati fermati dalla polstrada

Samu Castillejo

I due rapinatori che nel pomeriggio di martedì avevano assalito Samu Castillejo, centrocampista del Milan, con le pistole, sono stati fermati dalla polizia stradale di Arezzo. Lo comunica la questura di Milano, dove il calciatore rossonero si era recato per denunciare i fatti.

La rapina era avvenuta alle 18 in piazza Principessa Clotilde, davanti a Porta Nuova. Due uomini, uno dei quali armato di pistola, hanno minacciato il 25enne strappandogli via l'orologio che aveva al polso, del valore di 80mila euro. I due erano poi scappati su due moto diverse. A raccontare per primo l'episodio era stato il giocatore stesso sul suo canale Instagram, poco dopo il fatto.

La denuncia in questura e l'arresto

Castillejo si è invece presentato in questura solo nella giornata di mercoledì. La sua denuncia è stata raccolta dalla Squadra Mobile. 

In breve tempo, i riferimenti identificativi dell'orologio di lusso sono stati inseriti nei canali informativi della polizia per le ricerche. Quasi in contemporanea, stando al resoconto di via Fatebenefratelli, una pattuglia della sottosezione della polizia stradale di Arezzo, durante un controllo nell'area di servizio Bettolle dell'autostrada A1, ha fermato due persone a bordo di una autovettura, che avevano con sé un orologio di valore, dello stesso modello e marca di quello rapinato al giocatore del Milan.

Gli agenti della polstrada hanno contattato la Mobile di Milano presso i cui uffici si trovava ancora il giocatore del Milan. Il centrocampista, tramite una foto, ha riconosciuto l'orologio ed il riscontro definitivo è arrivato con il raffronto della referenza indicata da Castillejo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I due uomini sono stati subito fermati. Si tratta di due cittadini italiani di 30 anni circa, sono stati sottoposti a fermo di polizia giudiziaria dalla polstrada di Arezzo. Nel frattempo la Squadra Mobile di Milano ha effettuato una perquisizione a Brugherio, nel Monzese, presso una abitazione ritenuta il 'covo' della coppia di rapinatori, verosimilmente già tenuta d'occhio dalla polizia da tempo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla Valassina, pirata della strada travolge coppia in moto: un morto e un ferito

  • Guida ubriaco e travolge moto uccidendo donna poi abbandona auto: arrestato 30enne

  • Ombrelli sopra il centro di Monza, ecco perchè la città si è coperta di verde

  • Ubriaco travolge coppia in moto sulla Valassina poi scappa: morta donna monzese

  • Misinto, aperto al traffico un nuovo tratto della provinciale Sp 152

  • Brugherio, mentre cena al ristorante l'auto da 50mila euro prende fuoco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento