Cronaca San Fruttuoso

Il Comitato San Fruttuoso Bene Comune lancia l'allarme sicurezza e ambiente

Il gruppo denuncia le istituzioni di essersi dimenticate del rione e dei bisogni dei residenti

Sos sicurezza e tutela dell’ambiente: il Comitato San Fruttuoso Bene Comune lancia l’allarme e accusa le istituzioni monzesi di essersi dimenticati del quartiere.

La denuncia, attraverso un comunicato stampa, dopo l’aggressione di settimana scorsa ai danni del sacerdote del rione, aggredito e derubato in pieno giorno nella sua abitazione.

“Negli ultimi mesi  assistiamo impotenti a continui atti di vandalismo - si legge nel comunicato - che vanno soprattutto ad interessare aree libere fruite da ragazzi e abitanti del quartiere, spesso coincidenti con aree oggetto di attenzione per future edificazioni”. Un’attenzione per la realizzazione di futuri progetti su aree verdi o comunque liberi contro il quale il Comitato si è sempre battuto.

Il Comitato denuncia, inoltre, episodi ben più gravi. “Assistiamo all’assenza delle istituzioni - prosegue il comunicato - e la totale inefficacia del gruppo del Controllo di vicinato. Esprimiamo al sacerdote tutta la nostra solidarietà per l'aggressione subita. Siamo anche vicini alle famiglie dei ragazzi vittime di aggressione e furto delle loro biciclette nei giardini di Via Valosa di Sotto”.

Il Comitato, infine, solleva perplessità e preoccupazione, non solo sui recenti episodi di vandalismi e aggressioni, ma anche e soprattutto sui progetti edilizi per il quartiere. “Colate di cemento su via Valosa di Sotto, e i grattacieli di via Ticino, Tiro a segno e Lombardia - conclude il comunicato -. Alla luce di tutto ciò il Comitato San Fruttuoso Bene Comune ribadisce il proprio impegno per un quartiere vivibile, ambientalmente sostenibile e sicuro per piccoli e grandi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comitato San Fruttuoso Bene Comune lancia l'allarme sicurezza e ambiente

MonzaToday è in caricamento