menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Repertorio stazione

Repertorio stazione

Controllo in stazione finisce a sassate, massi scagliati contro agente: denunciato 28enne

Durante la fuga il giovane ha abbandonato a terra il suo zaino con i documenti che hanno così consentito l'identificazione: si tratta di un 28enne originario del Camerun che ora dovrà rispondere di resistenza, danneggiamento e lesioni aggravate

Anzichè esibire i documenti durante un controllo effettuato in stazione, venerdì pomeriggio, ha afferrato un masso che si trovava alla base della fontana dei giardinetti di corso Milano e lo ha scagliato contro un agente a due metri di distanza. Il sasso, di circa sei chili di peso, lo ha colpito prima all'addome e poi al polpaccio. Poi il giovane si è alzato di scatto e ha iniziato a correre raccogliendo da terra un altro sasso e lanciandolo contro la schiena dell'agente che è stato soccorso da un'ambulanza intervenuta sul posto e poi accompagnato all'ospedale San Gerardo per le cure del caso: la prognosi è di venti giorni.

FOTO - Il sasso di oltre sei chili scagliato contro agente

sasso polizia locale-2

Il controllo e la "sassaiola"

Tutto è iniziato nel pomeriggio di venerdì 3 luglio quando una pattuglia della polizia locale era impegnata in una serie di controlli per il rispetto del nuovo regolamento di Polizia Urbana. Il personale in divisa - secondo quanto ricostruito dal comando di via Marsala -avrebbe invitato alcuni cittadini extracomunitari seduti sulle panchine vicino alla fontana della stazione a non consumare bevande alcoliche in pubblico secondo le direttive del nuovo Regolamento di Polizia Urbana e a rispettare il distanziamento sociale imposto dall’emergenza covid-19.

Lo stesso invito, poco dopo, sarebbe stato rivolto a un giovane che teneva in mano una bottiglia di birra: l’uomo a seguito della richiesta di esibire i documenti, ha afferrato un grosso masso. E lo ha scagliato contro l’agente. Mentre scappava il ragazzo ha abbandonato a terra il suo zaino che conteneva, oltre agli effetti personali, il documento di identità e il permesso di soggiorno scaduto. Si tratta di un giovane cittadino del Camerun di 28 anni, con precedenti di polizia che risultava residente presso un centro di accoglienza. Il soggetto è stato denunciato per resistenza, danneggiamento e lesioni aggravate.

“Esprimo massima solidarietà e stima per l’agente aggredito durante il servizio mentre faceva rispettare il nostro regolamento di polizia urbana con senso del dovere e dedizione – ha detto l’Assessore Federico Arena - Da Assessore alla sicurezza lancio un forte appello al Governo perché imponga presto un cambio di passo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il supermercato alle porte della Brianza dove 'si fa la spesa gratis'

Coronavirus

Per la Lombardia sarà l'ultima settimana in zona arancione?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Come funziona la truffa del pacco (e come difendersi)

  • Economia

    Validità e regole per il bonus vacanze 2021

Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento