menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto repertorio

Foto repertorio

Ucciso e murato nella villa di lusso a Senago: lo scheletro è di un uomo sparito sei anni fa

Lo scheletro scoperto a Senago è di un uomo scomparso da Genova nel gennaio del 2013

Era scomparso a gennaio del 2013. E sei anni esatti dopo, a gennaio del 2019, è stato ritrovato il suo corpo, ormai ridotto a uno scheletro. 

È con ogni probabilità di Lamaj Astrit - albanese di quarantasette anni domiciliato a Genova - il cadavere scoperto il 15 gennaio mattina dietro il muro di una dependance all'interno della "Villa degli occhi" di Senago. Le ossa erano "saltate fuori" durante i lavori di ristrutturazione nella splendida dimora del Settecento, che sette anni fa - gli ultimi interventi furono allora - era stata trasformata, almeno in parte, in un residence con case di pregio. 

I carabinieri, grazie a un medico legale, avevano subito accertato che quelle ossa erano di un uomo tra i trentacinque e i quarantacinque anni. Il suo decesso - stando ai primi risultati arrivati - risalirebbe almeno a cinque anni fa.  

Lunedì la nuova svolta, con l'identificazione e la quasi assoluta certezza che il corpo è di Lamaj, già conosciuto alle forze dell'ordine per reati legati agli stupefacenti. 

Pochissimi i dubbi: il 47enne, la cui scomparsa da Genova era stata denunciata a gennaio 2013, è stato ucciso e poi, non è chiaro quando, il corpo è stato murato nella villa di Senago.

I militari del comando provinciale di Milano stanno ora effettuando tutti gli accertamenti per identificare l'autore dell'omicidio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Come eliminare la puzza di fumo dalla tua casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento