Sciopero dei benzinai in autostrada il 31 marzo e il 1 aprile

I gestori degli impianti di carburanti continuano a protestare contro governo e ministero

I benzinai calano il bis. Dopo lo sciopero del tre marzo scorso, i proprietari delle pompe di benzina sono pronti a incrociare nuovamente le braccia per protestare contro le decisioni del governo e del ministero che, secondo loro, penalizzerebbero eccessivamente la categoria. 

Il nuovo sciopero è stato proclamato per il 31 marzo e il primo aprile. A chiudere saranno le pompe di benzina in autostrada, come già successo il tre marzo scorso, che aderiranno all’agitazione. 

E' la seconda tornata di scioperi dei gestori degli impianti di carburanti aderenti a Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Anisa Confcommercio contro "il sistema ministeriale di protezione degli interessi dei concessionari autostradali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento