Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Sciopero dei benzinai: stop al pieno, serrata di due giorni dei gestori

La serrata è stata decisa dalle associazioni di categoria. Protesta contro istituzioni, politica e contro le compagnie petrolifere

MONZA -  Confermato lo sciopero benzinai il 12 e 13 dicembre proclamato da Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio. Dalla crisi economica  alla riduzione delle tasse all' "automatizzazione selvaggia", i gestori hanno indetto una serrata di due giorni su tutto il territorio nazionale che si svolgerà secondo le seguenti modalità:

  • su viabilità ordinaria, dalle ore 19.00 dell’11, alle ore 7.00 del 14 dicembre;
  • su rete autostradale, dalle ore 22.00 dell’11, alle ore 22.00 del 13 dicembre.

Sotto accusa la politica, le istituzioni e le compagnie petrolifere, accusate di spingere verso la cancellazione della contrattazione collettiva; pompe chiuse anche "per la trasparenza dei prezzi, contro la pubblicità ingannevole di sconti e scontoni".

SANITA' PRIVATA: SCIOPERO IL 13 DICEMBRE

SCIOPERO TRENI DOMENICA 16 DICEMBRE

La protesta arriverà anche in piazza Montecitorio a Roma il 12 dicembre. Ma, annuncia FAIB - la Federazione di categoria - i rifornimenti saranno a rischio anche la settimana prima di Natale, in vista del NO-RID day: ogni gestore si rifiuterà di pagare una fornitura di carburanti in un giorno a scelta dal 17 al 24 dicembre per protestare contro i mancati adeguamenti dei contratti collettivi. Molte compagnie hanno già  preannunciato che si rifiuteranno di rifornire le pompe di benzina.  Dulcis in fundo, si fa per dire, potrebbe arrivare un rifiuto del pagamento con moneta elettronica (carta di credito, pagobancomat) nella settimana dal 24 al 31 dicembre.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero dei benzinai: stop al pieno, serrata di due giorni dei gestori

MonzaToday è in caricamento