Electrolux, 500 dipendenti in sciopero

Hanno incrociato le braccia contro la riduzione dello stipendio proposta dai vertici aziendali per evitare la chiusura

La manifestazione (dal sito della Fiom)

Martedì mattina a protestare contro la riduzione di stipendio voluta dai vertici della Electrolux di Solaro, come antidoto alla chiusura del ciclo di produzione made in Italy, erano in 500 dipendenti.

L'azienda in una nota di martedì spiega di avere proposto una riduzione di tre euro all'ora, che si traducono in un ribasso netto mensile di circa l'8%, corrispondente a circa 130 euro in meno nella busta paga netta.

Ma sempre nella stessa nota si è detta "aperta a considerare altre forme di riduzione del costo del lavoro con minori o, se possibile, nulle conseguenze sui salari". Durante la mattinata il ministro dello sviluppo economico, Flavio Zanonato, ha convocato il "tavolo Electrolux", insieme ai quattro governatori (Maroni, Zaia, Serracchiani ed Errani) interessati.

Un plauso da Roberto Maroni: "Lo chiedevamo da quattro mesi", ha affermato, specificando che però al primo incontro, previsto per mercoledì 29, non potrà essere presente: "Sarò a Bruxelles con il premier Enrico Letta per presentare ufficialmente Expo 2015 al parlamento europeo e alla commissione europea".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La dea bendata bacia la Brianza: con un Gratta e Vinci porta a casa 20 mila euro

  • Ospedale di Vimercate "al collasso", NurSind: "Di notte solo 2 infermieri per 53 malati"

  • Dramma ad Agrate Brianza, trovato senza vita in un campo un uomo di 34 anni

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Marito e moglie, sposati da oltre 60 anni, muoiono di covid lo stesso giorno a Monza

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento