rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Un altro sciopero del trasporto pubblico in vista: a rischio bus e metro lunedì 26 giugno

L'agitazione sindacale durerà quattro ore: ancora non sono state rese note le modalità di adesione delle aziende

Ancora sciopero del trasporto pubblico locale. Dopo l’ultimo venerdì di passione - il 16 giugno è stato il giorno del blocco di treni, metropolitane, autobus e tram -, i sindacati Usb lavoro privato, Sul-Ct e Faisa/Confail hanno proclamato una nuova agitazione.

Le tre sigle, come riporta il sito del ministero delle infrastrutture e dei trasporti, hanno infatti indetto uno sciopero nazionale dei lavoratori del trasporto pubblico locale per lunedì 26 giugno. A rischio blocco, inevitabilmente, saranno anche i mezzi pubblici milanesi e brianzoli, con metro, bus e tram Atm che potranno subire ritardi e cancellazioni. 

Lo sciopero di lunedì 26 giugno durerà quattro ore, ma l’azienda e i sindacati non hanno ancora specificato in che fasce orarie i lavoratori potranno incrociare le braccia. Lo scorso 16 giugno, quando è andato in scena lo sciopero proclamato da Cub trasporti, Sgb e Cobas, i problemi maggiori si erano avuti sulla metro M5 - ferma per quasi tutto il giorno - e sulla M1, che in serata aveva “perso” diverse fermate. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un altro sciopero del trasporto pubblico in vista: a rischio bus e metro lunedì 26 giugno

MonzaToday è in caricamento