Sciopero Trenord del 6 novembre: “Alcuni treni cancellati in anticipo”

Alta l’adesione al primo sciopero del dopo Expo. Alcuni passeggeri si lamentano sui social: “I treni sono stati cancellati ancora prima dell’inizio dello sciopero”. Circolazione a rischio fino alle 17 di venerdì. I dettagli

Circolazione in tilt - Foto M.Melley

E' iniziato lo sciopero Trenord previsto per venerdì 6 novembre. Sembra che l'adesione del personale sia molto alta. Incrociano le braccia i lavoratori dalle sigle sindacali Osr Filt Cgil/Uilt Uil/Fast Ferrovie/UglFaisa Cisal.

Alcuni passeggeri hanno raccontato che i disagi sono cominciati ben prima dell'orario previsto. "Intorno alle 8 30 - ha scritto una pendolare sui social network - nonostante la comunicazione dicesse che tutti i treni in partenza fino alle 9 fossero garantiti, questa è la situazione a cadorna: tutto il personale sparito. Nessuna informazione e alcuni treni sono stati cancellati". Come lei, molti altri passeggeri hanno lamentato il disservizio.

"Le trattative degli ultimi giorni si sono trascinate inutilmente, secondo una regia aziendale tesa a vanificare ogni sforzo delle organizzazioni sindacali al tavolo. C'è da chiedersi, perché questo voltafaccia? E' irresponsabilità, incapacità di gestione o c'è dell'altro?". Scrivono in una nota Filt Cgil Uiltrasporti, Fast Ferrovie Ugl Faisa Cisal, Segreterie Regionali Lombardia.

"Intanto - prosegue la nota - nei diversi settori i problemi si accumulano e i lavoratori sono sempre più esasperati. Chiediamo che la manutenzione sia messa al centro delle politiche aziendali, evitando i tanti problemi che continuano a registrarsi sui convogli, con una organizzazione del lavoro che valorizzi coloro che operano in quel comparto superando una visione sbagliata che ha portato alla mancata conferma degli apprendisti. Chiediamo che il personale mobile, macchina e viaggiante, possa avere turni che rispettino gli accordi sottoscritti, riportandoli in condizioni di vivibilità. Chiediamo che il personale commerciale possa vere ambienti di lavoro quantomeno adeguati, e che si ponga fine alle arbitrarie utilizzazione del personale, con demansionamenti professionali, senza riconoscimenti economici. e, nel caso della manutenzione si aggiunge la mancata conferma degli apprendisti".

“Pur non essendo coinvolte le fasce di garanzia - aveva avvisato Trenord in una nota - potranno verificarsi ripercussioni prima e dopo l’orario dello sciopero.“
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Monza usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento