rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Scioperi

Sciopero dei mezzi in arrivo: gli orari a Monza e Milano

In programma per venerdì 14 gennaio uno sciopero nazionale dei mezzi di trasporto

Venerdì 14 gennaio 2022 ci sarà uno sciopero nazionale del trasporto pubblico locale che potrebbe coinvolgere le aziende che gestiscono il trasporto pubblico locale a Monza e in Brianza e anche il personale Atm (Azienda trasporti milanesi), quindi fermare metro, tram e autobus. La protesta, anticipata con una nota già nel mese di dicembre, è stata confermata e la stessa Atm ha pubblicato un comunicato dove spiega gli orari in cui il servizio, già messo a dura prova dalle assenze legate al covid, rischia di "saltare". 

Gli orari degli autobus a Monza

L'agitazione sindacale prevista per venerdì 14 gennaio a sostegno della vertenza per il rinnovo del CCNL potrebbe coinvolgere anche il personale dell'azienda Nord Est Trasporti. Per il servizio delle linee urbane di Monza potrebbero verificarsi disagi dalle 14:50 alle ore 18:50 e sul servizio delle linee extraurbane di Trezzo dalle 8:45 alle 12:45.

Per quanto riguarda il servizio gestito da BrianzaTrasporti (Autoguidovie), come informa una nota aziendale, saranno garantite le corse in partenza dai capolinea e indicate negli orari pubblicati da inizio servizio alle ore 8.29 e dalle 12:30 a fine servizio. "Pertanto potrebbero non essere garantite tutte le corse in partenza nella fascia oraria dalle 8.30 alle 12.29". 

Sciopero: gli orari di metro, tram, bus Atm e linee Agi

Lo sciopero dei trasporti nazionali potrebbe interessare le linee Atm di Milano, quindi metro bus e tram tra le 8.45 e le 12.45.

Potranno avere ritardi o essere cancellate le corse delle linee 201, 220, 222, 230, 328, 423, 431, 433 e Smart Bus in partenza nella fascia oraria compresa tra le 18 e le 22. Sono garantite le corse in partenza dai capolinea dall’inizio del servizio alle 18. 

L’agitazione potrebbe avere conseguenze sul servizio della funicolare Como-Brunate, gestita da Atm, dalle 8.30 alle ore 12.30.

Le ragioni dello sciopero del 14 gennaio

"A fronte di un atteggiamento provocatorio e pregiudiziale delle associazioni datoriali - spiegano Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl Autoferrotranvieri - rivendichiamo il diritto al rinnovo del contratto e il miglioramento delle condizioni lavorative, sia normative che salariali di una categoria che da sempre responsabilmente, in qualsiasi condizione, svolge un servizio pubblico essenziale, garantendo il diritto alla mobilità dei cittadini".

La mascherina Ffp2 è obbligatoria su treni, bus e metro

Da lunedì 10 gennaio, fino alla fine dello stato di emergenza, 31 marzo 2022, è necessario usare le mascherine Ffp2 su tutti i mezzi di trasporto a lunga percorrenza, aerei, navi, treni; su tutti i mezzi di trasporto pubblico, autobus, tram, metropolitane. L'obbligo riguarda anche gli spettacoli aperti al pubblico che si svolgono all’aperto e al chiuso in teatri, sale da concerto, cinema, locali di intrattenimento e musica dal vivo (e altri locali assimilati), in caso di eventi e competizioni sportive che si svolgono al chiuso o all’aperto. Il commissario per l'emergenza Francesco Figliuolo con il ministero della Salute siglerà nel mese di gennaio un protocollo con farmacie e rivenditori autorizzati per calmierare il prezzo delle mascherine Ffp2 fino al 31 marzo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero dei mezzi in arrivo: gli orari a Monza e Milano

MonzaToday è in caricamento