rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
sciopero e disagi

Lo sciopero dei mezzi per chiedere la libertà di sciopero (e il salario minimo)

Ancora una giornata di disagi per chi si muove con i mezzi pubblici

Quattro ore di stop. Nuovo sciopero dei mezzi in arrivo a Monza e nel resto d'Italia, che il prossimo lunedì, 24 luglio, dovranno fare i conti con un'agitazione proclamata dal sindacato Usb lavoro privato. Tra i motivi della rabbia dei lavoratori l'ormai infinita battaglia per il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro, ma anche rivendicazioni sul salario minimo, sulla sicurezza sui luoghi sul lavoro e sulla libertà di sciopero

"Facendo affidamento sul solito periodo estivo, dove la distrazione dalle dinamiche lavorative tocca il suo apice, si tenta di cancellare la denuncia continua dei lavoratori verso il susseguirsi di rinnovi contrattuali 'farsa' in cambio della crescente svendita dei diritti. Una svendita che fa, di questo lavoro, un lavoro dal quale si 'fugge', sia per l’indisponibilità di sottostare al crescente decadimento dello stato dei servizi e i pesanti carichi di lavoro, sia per la gravosa responsabilità di una mansione priva di adeguati livelli di sicurezza con pesanti penalizzazioni salariali attraverso l'utilizzo indiscriminato delle privatizzazioni selvagge, dei continui ricorsi ad appalti, subappalti e subaffidamenti che alimentano sfruttamento e precarizzazione davanti ai quali, gli stessi firmatari dei vari contratti che si sono susseguiti, continuano a far finta di nulla", si legge in una nota del sindacato. 

"I lavoratori autoferrotranvieri non possono rimanere a guardare. È necessario superare l'arroganza di queste sigle sindacali che continuano ad arrogarsi il diritto di un monopolio alle spese di tutti gli addetti al settore", la "chiamata" di Usb, che ha deciso così di indire lo sciopero che lunedì prossimo rischia di fermare metro, bus e tram Atm sotto la Madonnina. "Uno sciopero difficile, per tanti motivi. Perché la legge 'antisciopero' ci costringe a limitare la prima mobilitazione a sole 4 ore depotenziando l'effetto della mobilitazione, perché essendo periodo estivo, il ministro Salvini potrebbe adottare lo stesso provvedimento riservato ai lavoratori delle ferrovie ai quali ha impedito di articolare uno sciopero nella sua legittima forma", continuano dalla sigla.

Da Usb assicurano, però, che "non permettiamo a nessuno di intimidirci" e "rivendichiamo la centralità dei servizi pubblici essenziali". Quindi ecco le ragioni della protesta e i punti su cui alzare l'attenzione: "Il blocco delle spese militari e dell’invio di armi in Ucraina, nonché maggiori investimenti per tutti i servizi pubblici essenziali", "il superamento dei penalizzanti salari d'ingresso garantendo l'applicazione contrattuale di primo e secondo livello ai neo assunti", "la necessità di modificare l'ossessionante e vizioso criterio che, inneggiando al risparmio, vede bruciare fior di soldi pubblici attraverso appalti e subappalti ad aziende che offrono servizi di scarsa qualità e lavoro sottopagato, garantendo ad esse profumati profitti".

E ancora: "La sicurezza dei lavoratori e del servizio, introduzione del reato di omicidio sul lavoro, il salario minimo per legge a 10 euro l’ora contro la pratica dei contratti atipici e precariato, il libero esercizio del diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali" e la richiesta di "una legge sulla rappresentanza che superi il monopolio costruito sulle complicità tra le organizzazioni sindacali e le associazioni datoriali di categoria".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo sciopero dei mezzi per chiedere la libertà di sciopero (e il salario minimo)

MonzaToday è in caricamento