Tenta di scippare la borsa a una signora ma cade dal motorino

Il rapinatore è riuscito a fuggire via ma i carabinieri sarebbero già riusciti a mettersi sulle sue tracce e a identificarlo

E' stato costretto a fuggire via a piedi, senza bottino e con una ferita sul volto, il rapinatore che mercoledì pomeriggio ha tentato di scippare una donna a Senago in sella a un motorino.

Il malintenzionato si è avvicinato alla signora, una 53enne originaria di Bollate, che camminava lungo via De Gasperi, nei pressi del supermercato Carrefour, e ha tentato di strapparle la borsa. La vittima ha urlato e ha provato a tenere la presa così da impedire all'uomo di fuggire con il bottino. 

Un signore che si trovava nei paraggi e che ha assistito alla scena ha tentato di fermare il rapinatore in fuga e si è posizionato proprio davanti al motorino del ladro, costringendolo a sbandare e a cadere a terra. Nonostante il cittadino intervenuto, un 48enne anche lui di Bollate, sia riuscito a sventare lo scippo e a impedire che il malvivente derubasse la donna, l'aggressore è riuscito a fuggire via a piedi, dileguandosi prima dell'arrivo dei carabinieri.

Sul posto il ladro però ha lasciato il motorino che aveva utilizzato per mettere a segno lo scippo, un Honda SH 150, risultato rubato a Brugherio lo scorso 5 novembre. La donna è stata soccorsa dal personale del 118 e trasportata in codice verde a Garbagnate Milanese. Al malvivente invece è andata peggio perchè nella caduta si è sfregiato il volto procurandosi una ferita. Le indagini sono nelle mani dei carabinieri della compagnia di Desio che sarebbero già vicini all'identificazione del malvivente. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • L'inseguimento, l'ultima telefonata al padre e poi il suicidio: si indaga sulla morte di un 28enne di Lentate

Torna su
MonzaToday è in caricamento