rotate-mobile
Cronaca Lissone

Dario Silvestrin voleva sparire: prende coperte e cuscino prima di andarsene

I familiari hanno scoperto che l'uomo ha portato con sé due coperte, un cuscino e una bottiglia d'acqua. Il giallo si infittisce sempre di più

Voleva fare terra bruciata attorno a sé Dario Silvestrin, l’imprenditore di 42 anni, di Lissone, che manca da casa da venerdì scorso? Le ultime scoperte su di lui, lasciano pensare che potrebbe essere così. I familiari hanno scoperto che l’uomo ha portato con sé due coperte, un cuscino e una bottiglia d’acqua. Oggetti che non lasciano pensare che Silvestrin possa avere avuto un incidente o peggio possa essere stato vittima di un rapimento. Gli investigatori inoltre hanno accertato che Silvestrin è uscito dal casello di Trento già in tarda mattinata.

Martedì mattina la sua auto è stata trovata in Trentino Alto Adige. La vecchia Peugeot 206 del 2003 si trovava a Folgaria, un piccolo comune in provincia di Trento, in una strada sterrata. La vettura era regolarmente chiusa a chiave, ma al suo interno non c’era più la valigetta, il telefono cellulare e il computer dell’imprenditore. Ora il soccorso alpino di Rovereto, le unità cinofile, i vigili del fuoco e un elicottero hanno iniziato le ricerche sulle montagne attorno a Trento.

Dario Silvestrin era uscito dal suo ufficio venerdì scorso alle 9, per andare a incontrare un cliente. Al fratello Paolo aveva detto che si sarebbe assentato per un breve periodo. Dopo un giorno di attesa, e dopo averlo cercato al cellulare decine di volte, sabato la cugina Laura si è decisa a denunciare la sua scomparsa ai carabinieri. Chi ha sue notizie può chiamare i carabinieri di Desio al 112 oppure al numero 039-464615.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dario Silvestrin voleva sparire: prende coperte e cuscino prima di andarsene

MonzaToday è in caricamento