rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca Desio

Svastiche e scritte omofobe alla vigilia del Brianza Pride 2021

La denuncia dell'associazione Brianza Oltre l'Arcobaleno

Alla vigilia del Brianza Pride appare una scritta omofoba in Valassina, all’altezza dell’uscita Desio Nord-Lissone-Cascina Aliprandi. sul guardrail verniciato con i colori dell’arcobaleno 

Sopra la scritta: “Ernst Röhm è vivo e lotta insieme a noi”, accanto due svastiche. Immediata la denuncia dell’associazione Boa (Brianza Oltre l’Arcobaleno) che ha invitato i sindaci di Seregno, Desio e Lissone (i tre Comuni al confine dell’uscita della Valassina dove è apparsa la scritta) a rimuoverla.

"Il gerarca nazista Ernst Röhm era un criminale dichiaratamente omosessuale, ma ambiguo e crudele – spiega Boa in una nota stampa – Nonostante Röhm sia stato ucciso dopo la Notte dei Lunghi Coltelli, rimane uno dei piú fervidi ideatori del nazismo per come lo ha conosciuto il mondo intero”. 

L’episodio avviene a poche ore dall’inizio del Brianza Pride 2021 che da domenica 27 giugno a sabato 3 luglio si svolgerà con eventi in presenza e da remoto in Brianza. Gran finale a Monza il pomeriggio del 3 luglio con un presidio in piazza Trento e Trieste.

“Chiediamo a nome di tutti i cittadini onesti, democratici e di coscienza, che la scritta sia prontamente rimossa – precisano dall’associazione Boa – E che i sindaci dei comuni coinvolti si impegnino perché i responsabili vengano puniti. L'apologia al nazismo è un reato grave. Sollecitiamo anche  Anpi Monza  a collaborare con Boa per un'educazione al rispetto della democrazia, della diversità e dei beni della collettività”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Svastiche e scritte omofobe alla vigilia del Brianza Pride 2021

MonzaToday è in caricamento