Cronaca

Svastiche e scritte omofobe alla vigilia del Brianza Pride 2021

La denuncia dell'associazione Brianza Oltre l'Arcobaleno

La scritta apparsa in Valassina (Foto da Boa)

Alla vigilia del Brianza Pride appare una scritta omofoba in Valassina, all’altezza dell’uscita Desio Nord-Lissone-Cascina Aliprandi. sul guardrail verniciato con i colori dell’arcobaleno 

Sopra la scritta: “Ernst Röhm è vivo e lotta insieme a noi”, accanto due svastiche. Immediata la denuncia dell’associazione Boa (Brianza Oltre l’Arcobaleno) che ha invitato i sindaci di Seregno, Desio e Lissone (i tre Comuni al confine dell’uscita della Valassina dove è apparsa la scritta) a rimuoverla.

"Il gerarca nazista Ernst Röhm era un criminale dichiaratamente omosessuale, ma ambiguo e crudele – spiega Boa in una nota stampa – Nonostante Röhm sia stato ucciso dopo la Notte dei Lunghi Coltelli, rimane uno dei piú fervidi ideatori del nazismo per come lo ha conosciuto il mondo intero”. 

L’episodio avviene a poche ore dall’inizio del Brianza Pride 2021 che da domenica 27 giugno a sabato 3 luglio si svolgerà con eventi in presenza e da remoto in Brianza. Gran finale a Monza il pomeriggio del 3 luglio con un presidio in piazza Trento e Trieste.

“Chiediamo a nome di tutti i cittadini onesti, democratici e di coscienza, che la scritta sia prontamente rimossa – precisano dall’associazione Boa – E che i sindaci dei comuni coinvolti si impegnino perché i responsabili vengano puniti. L'apologia al nazismo è un reato grave. Sollecitiamo anche  Anpi Monza  a collaborare con Boa per un'educazione al rispetto della democrazia, della diversità e dei beni della collettività”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Svastiche e scritte omofobe alla vigilia del Brianza Pride 2021

MonzaToday è in caricamento