Allarme radon alla "Dante" di Lissone: 24 bambini restano a casa

L'allarme è scattato dopo un controllo nelle dieci scuole comunali di Lissone. La verifica ha rivelato che nella scuola Dante le concentrazioni di Radon erano lievemente superiori a quelle consentite dalle legge

LISSONE – L’influenza in questi giorni ha «messo a letto» tanti bambini. Ma i 24 piccoli che stamattina hanno lasciato il banco vuoto alla scuola elementare Dante di Lissone stavano benissimo. Sono rimasti a casa perché glielo hanno ordinato il papà e la mamma. I genitori sono preoccupati dopo aver ricevuto una circolare del dirigente didattico e una lettera del sindaco. Dopo averle lette, hanno scoperto che nella scuola frequentata dai loro figli c’era una concentrazione fuori legge di gas radon.

GAS PERICOLOSO - Questo pericoloso gas radioattivo naturale è responsabile di migliaia di tumori ai polmoni. L’Organizzazione Mondiale della Sanità e l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro hanno stabilito che sono circa 20mila le persone che ogni anno muoiono per tumore ai polmoni a causa del radon: 3mila solo in Italia.

GENITORI PREOCCUPATI - «Come genitori siamo molto preoccupati – ha scritto su Facebook Francesca V. -. Finché non avremo certezze, in tanti hanno deciso di tenere i propri figli a casa da scuola». «Io mio figlio ho preferito tenerlo a casa – ha aggiunto Cristina C.-. Preferisco non fare correre rischi al mio bambino».

L’allarme è scattato dopo un controllo nelle dieci scuole comunali di Lissone. La verifica ha rivelato che nella scuola Dante le concentrazioni di radon erano lievemente superiori a quelle consentite dalle legge. «Abbiamo chiesto all’ARPA (Agenzia Regionale Protezione Ambiente) di effettuare accertamenti – ha spiegato l’assessore ai Lavori pubblici, Marino Nava -. L’Arpa non ha ritenuto necessario chiudere la scuola».

LOCALI CHIUSI - Il dirigente didattico, Tommaso Andreano, ha fatto chiudere i locali dove è stata individuata la maggiore concentrazione di radon: il refettorio, la cucina e una piccola palestra. «Domani sera – ha aggiunto Andreano – insieme al sindaco e all’assessore incontreremo i rappresentanti di classe per aggiornare i genitori sulla situazione».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E già si pensa a come eliminare definitivamente il radon dalla scuola: interventi sono previsti agli infissi per migliorare l’aerazione. Si pensa anche a strumenti per aspirare il radon o per sigillare i sotterranei impedendo che il gas filtri nelle classi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Sono positivo e sintomatico/asintomatico: regole per la quarantena in Lombardia

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento