rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca San Fruttuoso / Via Enrico Tazzoli

San Fruttuoso, i cittadini chiedono più sicurezza per l'incrocio "maledetto"

Più sicurezza in strada e meno traffico nel quartiere. Queste, in sintesi, le richieste che i residenti di San Fruttuoso hanno sottoposto all'attenzione dell'assessore alla mobilità del comune di Monza, Federico Arena.

Il comitato San Fruttuoso infatti ha presentato all'assessore un'istanza sottoscritta da 101 cittadini con la richiesta di mettere in sicurezza l’incrocio più incidentato del quartiere (vicino alla scuola media Sabin) e frenare il traffico “parassita” di esclusivo attraversamento nelle ore di punta, senza separare la zona nuova da quella storica.

Per riuscire a ottenere questi risultati la proposta dei residenti prevede l'istituzione del senso unico in due tratti di via Tazzoli: tra via Iseo e via Po in direzione nord e tra via Iseo e via Montanari in direzione sud. Grazie a questa modifica, spiega il portavoce del comitato Andrea Seggioli, verrebbe messo in sicurezza l’incrocio Tazzoli-Iseo "dove in questi anni si sono verificati diversi incidenti che hanno messo a rischio pedoni e studenti della scuola media Sabin" e si frenerebbe il traffico di solo attraversamento nel quartiere nelle ore di punta.

Tra gli effetti positivi, secondo i residenti che hanno sottoscritto l'istanza, ci sarebbe anche la possibilità di aumentare i parcheggi nel tratto al servizio della scuola media e del mercato settimanale del mercoledì e degli stalli al servizio della scuola materna Andersen e del centro sportivo di via Montanari.

"Durante il confronto con residenti e commercianti del quartiere, mentre raccoglievamo le firme, è emerso con nettezza che nel quartiere c’è forte contrarietà all’idea di trasformare tutta via Tazzoli in senso unico verso nord, mentre c’è notevole consenso sull’ipotesi di rendere a senso unico via Ugo Bassi" ha concluso il portavoce. 

sf_mappa-istanza-taziseo-0218-hires-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Fruttuoso, i cittadini chiedono più sicurezza per l'incrocio "maledetto"

MonzaToday è in caricamento