rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

Maxi sequestro per mezzo milione di euro, sigilli a beni confiscati a un pregiudicato

Confiscati un'abitazione un box del valore di cinquecentomila euro

Sulla carta, stando a quanto riportato dalla dichiarazione dei redditi, possedeva poco o nulla ma la realtà era ben diversa. E i finanzieri delle Fiamme Gialle di Monza se ne sono accorti ed è scattata un'indagine finanziaria che ha portato a un sequetro di beni.

Per un pregiudicato, di origini campane, residente a Monza, con un passato di condanne per associazione a delinquere, estorsione, ricettazione e spendita di monete false, è scattato un decreto di confisca emesso dalla Sezione Autonoma Misure di Prevenzione del Tribunale di Milano.

All'uomo è stato sequestrato un patrimonio del valore di cinquecentomila euro e la Guardia di Finanza ha messo i sigilli a un immobile e a un box. Gli accertamenti patrimoniali sono stati estesi anche al nucleo familiare dell'uomo: i finanzieri hanno dimostrato una rilevante sproporzione tra gli esigui redditi dichiarati nel tempo, l’attività lavorativa svolta ed i beni mobili ed immobili posseduti dal pregiudicato e dalle persone a lui vicine che fungevano da prestanome.

La Guardia di Finanza, ricostruendo il passato criminale del soggetto ha proposto all’Autorità Giudiziaria il sequestro dei beni che ora saranno destinati a usi a favore della collettività. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi sequestro per mezzo milione di euro, sigilli a beni confiscati a un pregiudicato

MonzaToday è in caricamento