rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

In Brianza i finanzieri sequestrano oltre 440mila metri di cavi elettrici fuori norma

Il materiale stoccato in grande stabile industriale in Brianza

Oltre 444mila metri di cavo elettrico stoccati in 3.700 bobine non conformi agli standard di sicurezza imposti dalla normativa nazionale ed europea. Cavi non a norma in grado di coprire una distanza pari a quella tra Milano e Trieste quelli trovati e sequestrati dalla Guardia di Finanza dei Comandi provinciale di Monza e Bergamo in un magazzino della Brianza.

Nel grande magazzino di stoccaggio, grande circa 10mila metri quadrati, sono stati trovati anche 2mila apparecchi catalogati come adattatori elettrici ma privi della marchiatura CE. I militari dalle indagini hanno scoperto che il materiale sarebbe stato detstinato al mercato, attraverso la grande distribuzione organizzata. 

Le indagini hanno coinvolto quattro società gestite da cittadini di origine cinese, tutte ubicate presso lo stesso stabile industriale in Brianza.

L’individuazione dell’intero stock di materiale elettrico non conforme - potenzialmente pericoloso per la salute e l’incolumità dei cittadini anche in considerazione della sua natura e per l’utilizzo a stretto contatto con la persona e, come tale, sequestrato in via
amministrativa - ha consentito l’applicazione di norme sanzionatorie di cospicua entità, con contestuale segnalazione dei rappresentanti legali delle società alla Camera di Commercio di Milano, Monza e Lodi.

"L’azione di servizio rientra nell’ormai consolidato ampio piano di contrasto alla contraffazione e all’abusivismo commerciale programmato dalla Guardia di Finanza, a testimonianza dell’impegno quotidianamente profuso dai Reparti del Corpo a tutela dei
consumatori e di un mercato sano e competitivo", riferiscono le Fiamme Gialle.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Brianza i finanzieri sequestrano oltre 440mila metri di cavi elettrici fuori norma

MonzaToday è in caricamento