Sequestrano fiori a un abusivo e li donano alla parrocchia

Succede a Saronno: i vigili urbani s'imbattono in un venditore che scappa lasciando la merce sul posto. Poi la decisione di non distruggere i fiori

Sequestrano rose vendute da un abusivo e le regalano alla parrocchia. E' quanto accaduto a Saronno, sabato pomeriggio, da parte della polizia locale: durante un controllo di routine gli agenti si sono imbattuti in un venditore abusivo presso il cimitero cittadino. L'uomo, come riferisce "Il Saronno", è fuggito lasciando la merce sul posto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Agli agenti non è rimasto altro che sequestrare l'ottantina di rose di vari colori. Ma anziché distruggerli hanno pensato che potesse essere un'idea migliore donarle. E così le hanno portati alla comunità pastorale del Crocifisso Risorto, dove per qualche giorno abbelliranno l'altare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento