Stampelle che si rompono e giocattoli pericolosi, maxi sequestro della finanza in un magazzino di Monza

È successo nei giorni scorsi, l'operazione è stata portata a termine dai finanzieri di Torino

Immagine repertorio

Migliaia di stampelle prodotte in Cina con semplice lamierino che  sotto il peso si sarebbero piegate, rotte, mandando a terra le persone che le utilizzavano. E poi giocattoli potenzialmente pericolosi. Tutto sotto sequestro. È il risultato di un'operazione messa a segno nei giorni scorsi dalle fiamme gialle di Torino in un magazzino di Monza. 

L'operazione è nata con il sequestro di alcune centinaia di dispositivi medici in un mega-stored largo Gioachino a Torino. Le indagini hanno poi portato i finanzieri a Monza, dove presso un centro di distribuzione sono stati trovati, 6mila dispositivi medici difettosi, migliaia di giocattoli non in regola. Il sequestro ammonta a oltre 23 milioni di articoli.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

Torna su
MonzaToday è in caricamento