Cronaca

Le Fiamme Gialle sequestrano 350mila euro a un imprenditore

Alla base del provvedimento preventivo l'accusa di indebite compensazioni

I militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Monza hanno eseguito il sequestro preventivo di 350mila euro nei confronti del legale rappresentante di un’impresa operante nel settore immobiliare. Il sequestro è finalizzato alla confisca diretta dei saldi attivi e delle quote societarie riconducibili all'uomo per un valore di circa 350mila  euro.

Destinatario del provvedimento un imprenditore edile, al centro di un'indagine in quanto amministratore di una società che, utilizzando in compensazione crediti inesistenti per i periodi d’imposta relativi agli anni 2017 e 2018 per circa 350mila euro, non provvedeva al versamento delle relative imposte per l’anno 2019.

L’uomo  è stato indagato per indebita compensazione. A seguito dell’attività svolta, la Procura della Repubblica di Monza ha proposto il sequestro preventivo dei beni. Il Giudice per le Indagini Preliminari ha emesso il relativo provvedimento cautelare, la cui esecuzione, finalizzata alla confisca dei saldi attivi (profitto del reato) presenti sui rapporti finanziari riconducibili alla società, è stata eseguita dalle Fiamme Gialle che hanno sequestro somme di denaro giacenti sui rapporti finanziari e delle quote societarie riconducibili all'imprenditore.

L’azione di servizio svolta, sotto la direzione del Comando Provinciale di Monza in stretta sinergia con la Procura della Repubblica costituisce un’ulteriore testimonianza del costante presidio economico-finanziario per la repressione del grave fenomeno dell’evasione fiscale, a tutela dei cittadini e degli imprenditori rispettosi delle regole, al fine di assicurare l’equità sociale quale condizione fondamentale del benessere della collettività.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le Fiamme Gialle sequestrano 350mila euro a un imprenditore

MonzaToday è in caricamento