False fatture ed evasione: Gdf sequestra 5 milioni a imprenditore di Misinto

Cinque milioni tra beni e immobili sequestrati a un imprenditore di Misinto, titolare di un mobilificio: sono gli sviluppi di una indagine condotta dalla Guardia di Finanza di Seveso

MISINTO - Cinque milioni tra beni e immobili sequestrati a un imprenditore di Misinto, titolare di un mobilificio: sono gli sviluppi di una indagine condotta dalla Guardia di Finanza di Seveso con il coordinamento del pm monzese Franca Macchia.  L'uomo è accusato di evasione fiscale  e utilizzo di false fatture a seguito di consulenze fittizie. 

Le indagini sono partite dall'arresto di un faccendiere svizzero risalente all'ottobre 2010.  Dall'inchiesta è emersa una lista di oltre 280 imprenditori e aziende che si sarebbero avvalsi dell'opera del mediatore svizzero per creare ingenti fondi neri all'estero, soprattutto in territorio elvetico. 

La società di Misinto è stata segnalata alla Procura della Repubblica di Monza, che ha aperto un fascicolo per quantificare il profitto dell'evasione fiscale contestata all'imprenditore. Il sequestro è avvenuto per tutelare l'Erario in caso di condanna al processo penale tuttora in corso. Tra i beni sequestrati, anche la villa dell'imprenditore, le sue quote societarie e i conti correnti aperti presso diversi istituti bancari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento