Blitz dei 'ghisa' in metro a Sesto: sequestrate quasi 400 giubbotti, portafogli e borse

È successo nella giornata di martedì 18 dicembre, in azione la Locale in borghese

La merce sequestrata

Poco meno di 400 pezzi di merce contraffatta sono stati sequestrati a Sesto San Giovanni, nei mezzanini delle fermate del metrò Sesto Rondò e Sesto Fs, dalla polizia locale. Gli agenti hanno sequestrato borse, guanti, scarpe, giubbotti, cinture, portafogli, sciarpe, cappelli e altri accessori. 

"Nelle metropolitane numerosi venditori gestiti dalla criminalità organizzata tentano di usare i mezzanini per vendere merce contraffatta", è il commento di Roberto Di Stefano, sindaco di Sesto ed esponente di Forza Italia: "Quest'ultimo maxi sequestro, eseguito dai nostri agenti in borghese, è particolarmente rilevante. Sesto ha il record nazionale di allontanamenti e tantissimi sono legati proprio al commercio abusivo nelle metropolitane e nei mercati".

In tutto il 2018 sono stati eseguiti a Sesto 71 sequestri per un totale di 1.646 pezzi. Nello specifico, 62 sequestri per 1.167 pezzi a Sesto Fs , 5 sequestri per 436 pezzi a Sesto Rondò, 4 sequestri per 43 pezzi a Sesto Marelli. E l'amministrazione di centrodestra ha eseguito 370 allontanamenti di venditori abusivi in base al decreto sicurezza dell'ex ministro dell'Interno, ed esponente del Pd, Marco Minniti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • Dal sogno reale alle bollette non pagate: favola senza lieto fine per la Reggia di Monza

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

Torna su
MonzaToday è in caricamento