rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca

Post-it contraffatti, 12milioni di foglietti sequestrati e due denunce in Brianza

I controlli della Guardia di Finanza in due magazzini a Monza e Lissone

Oltre 12 milioni di foglietti adesivi con un marchio contraffatto, venduti come se fosse originali. I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Monza, nell’ambito di un’indagine di polizia giudiziaria svolta sotto il coordinamento della Procura della Repubblica presso il capoluogo brianzolo, hanno sottoposto a sequestro oltre 12 milioni di fogli semi-adesivi riportanti il noto marchio “Post-it” che però è risultato falsificato.

L’indagine ha avuto origine in seguito a un controllo effettuato presso alcuni punti di vendita e nel mirino delle Fiamme Gialle sono finiti due grandi magazzini, con sede a Monza e Lissone e di proprietà di società gestite da cittadini di origine cinese. Qui sono stati rinvenuti oltre 50 mila blocchetti semi-adesivi Post-it, risultati contraffatti sia dai preliminari accertamenti svolti sul posto sia dai successivi riscontri peritali eseguiti in collaborazione con la multinazionale statunitense detentrice del marchio.

Per i due amministratori delle due imprese brianzole è scattata una denuncia: dovranno rispondere del reato di introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi e commercio di beni realizzati usurpando titoli di proprietà intellettuale. Le indagini dalla Brianza hanno poi portato dritte a Roma, risalendo la filiera di distribuzione e commercializzazione, individuando il principale fornitorealle porte della Capitale.

E' stata effettuata una perquisizione delegata dall’Autorità Giudiziaria monzese presso un capannone di Tivoli, gestito da una società della Capitale, e qui sono state trovate stoccate in numerose scaffalature milioni di confezioni di blocchetti semi-adesivi (di differenti forme, colori e dimensioni), del tutto identici a quelli già sequestrati in Lombardia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Post-it contraffatti, 12milioni di foglietti sequestrati e due denunce in Brianza

MonzaToday è in caricamento