Scuola 2.0 a Seregno, la rivoluzione digitale tra i banchi approda a Londra grazie a Apple

Il progetto "Scuola digitale" riconosciuto come esempio di best practice nell'ambito della scuola digitale. Il sindaco Mazza e l'assessore Cerqua ospiti di Apple a Londra

Da Seregno a Londra per partecipare all’Apple Education Leadership Summit 2017 e presentare il progetto che ha portato in città, tra i banchi, la rivoluzione della scuola digitale.

Martedì e mercoledì il sindaco di Seregno Edoardo Mazza e l’assessore all’Istruzione Ilaria Anna Cerqua sono stati a Londra dove, su invito di Apple, hanno illustrato il progetto «Seregno: la scuol@ è digitale» durante il summit internazionale organizzato dall’azienda che ha come ospiti e relatori amministratori di istituti scolastici e personalità di spicco del mondo dell'istruzione che presentano progetti innovativi nel campo delle tecnologie digitali applicate al mondo della scuola.

«Abbiamo scelto la strada del passaggio dalla didattica tradizionale a quella digitale rendendo la didattica più personalizzata e interessante, con un modello che prevede che siano gli studenti i protagonisti del percorso formativo», ha spiegato il sindaco Edoardo Mazza. E lo abbiamo fatto con un progetto all’avanguardia e unico per un ente locale in termini di investimenti e di studenti coinvolti».

Con un investimento di 800mila euro a Seregno, in soli due anni scolastici, 2014/2015 e 2015/2016, millecinquanta studenti delle scuole medie statali hanno ricevuto un tablet. Tutte le classi delle scuole statali del primo e secondo ciclo sono state «coperte» con LIM, le lavagne intelligenti, e monitor touch, cioè 207 classi per 4.714 studenti. Tutti gli istituti scolastici sono stati coperti da wifi e interessati da connettività e cablaggi.

Mercoledì 25 gennaio è stato illustrato il progetto «Seregno: la scuol@ è digitale», come esempio di best practice nell’ambito della scuola digitale, nella sede della Apple in Hanover Street alla presenza di Mark Rogers, vicepresidente di Apple Europe. «Siamo orgogliosi di avere messo un progetto che permette di offrire le opportunità in linea con i migliori standard internazionali, per guardare con fiducia al proprio futuro», continua l’assessore Cerqua, che ha promosso e sostenuto il progetto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Adesso guardiamo avanti per cercare di utilizzare questo patrimonio, oltre che per finalità didattico, anche per contrastare il digital device, la dispersione scolastica e le povertà educative» ha concluso l'assessore. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento