Sabato, 20 Luglio 2024
Indagini / Seregno

Il giallo dell'uomo morto carbonizzato sulle scale di un parcheggio a Seregno

Proseguono le indagini sul rogo in cui ha perso la vita all'alba di giovedì un uomo

Un uomo morto carbonizzato, avvolto dalle fiamme, nel vano delle scale di un parcheggio sotterraneo in pieno centro, a Seregno. Proseguono le indagini dei carabinieri in seguito a quanto avvenuto all'alba di giovedì 20 aprile in città. La vittima ancora non ha una identità: si sa solamente che si tratta di un uomo. Inizialmente si era ipotizzato potesse essere un senzatetto ma gli inquirenti successivamente hanno sollevato alcuni dubbi e al momento la salma - trasferita nel pomeriggio di giovedì all'istituto di medicina legale di Milano - ancora non ha un nome.

Per il momento si esclude il coinvolgimento di terze persone in quanto non sarebbe emerso alcun elemento che potesse fare ipotizzare la presenza di qualcun altro all'alba nel parcheggio. "Ci tengo innanzitutto a esprimere dolore e sconcerto per quanto avvenuto. Vorrei poi aggiungere alcuni elementi che meglio possano descrivere la vicenda" ha detto nella serata del 20 aprile il sindaco della città Alberto Rossi, intervenendo sulla vicenda.

"Innanzitutto, è da escludere che la persona deceduta abbia dormito nella struttura. Ieri sera fino alle 0:40 la polizia locale ha eseguito un servizio di monitoraggio dei parcheggi sotterranei: in via Odescalchi non c'erano giacigli, che non sono stati rinvenuti neanche in passaggi effettuati nelle settimane precedenti. Durante il sopralluogo di ieri sera in quella struttura, una persona è fuggita alla vista della pattuglia. In attesa di riscontri definitivi, si è portati a ritenere che la stessa persona sia poi rientrata in un determinato orario, ed è la stessa che poi è stata avvolta dalle fiamme". I carabinieri però, con una successiva precisazione, hanno affermato che la persona sfuggita a quel controllo invece era stata rintracciata in vita poche ore dopo e quindi non poteva trattarsi dell'uomo deceduto. A fornire un prezioso contributo alle indagini potrebbero essere le immagini registrate dal sistema di videosorveglianza che ora sono al vaglio degli investigatori. "Il sistema antincendio è entrato in funzione ed ha evitato che le fiamme si potessero propagare in altre aree del parcheggio" ha concluso il sindaco Rossi.

Le fiamme nel parcheggio e il cadavere

La macabra scoperta è avvenuta intorno alle 6.30 quando un uomo è stato trovato carbonizzato nel sottoscala di un parcheggio, all'alba di giovedì 20 aprile a Seregno. In via Odelaschi, nei pressi del centro storico è stato rinvenuto il corpo divorato dalle fiamme di una persona. Secondo quanto ricostruito nei primi momenti successivi all'episodio il rogo si sarebbe sviluppato nel sottoscala di un parcheggio interrato ma non è chiaro il motivo per cui la vittima - ancora non identificata - si trovasse lì. Nell'incendio non risultano invece coinvolti veicoli e non sono stati rilevati danni strutturali.

A condurre le indagini sono i carabinieri della compagnia di Seregno che sono intervenuti sul posto con i militari della Sezione Radiomobile e della Sezione Operativa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il giallo dell'uomo morto carbonizzato sulle scale di un parcheggio a Seregno
MonzaToday è in caricamento