Cronaca Verano Brianza

Scoppia un tubo dell’acqua: e i carabinieri scoprono una serra di droga

A chiamare i vigili del fuoco è stato un vicino di casa, preoccupato per una infiltrazione sul soffitto. Poi la scoperta della droga e l'arrivo dei carabinieri

Un’infiltrazione d’acqua che macchia il soffitto. I vigili del fuoco, che vanno a vedere cosa è successo. E infine, la scoperta: al piano di sopra, c’era una vera e propria serra per la coltivazione di piante di marijuana.

L’acqua necessaria per irrigare le rigogliose piante, alte tra i 50 centimetri e un metro, era così tanta che una tubatura si è rotta, creando una macchia di muffa nell’appartamento dell’inquilino di sotto. I locali, al terzo piano di una palazzina nel centro storico di Verano Brianza, erano di proprietà di un ex artigiano di 63 anni, incensurato e insospettabile. Sorpresi, i vigili del fuoco hanno chiamato i carabinieri, che mercoledì alle 16.30 hanno perquisito l’appartamento.

Hanno scoperto 24 piante di marjuana, 200 grammi di foglie didroga già pronte per essere confezionate, 65 grammi di germogli, e poi tutto il kit per un Grow Box in grande stile: lampade al neon, scaldabagno alla massima temperatura, cesoie, innaffiatoi, decine di vasi vuoti. C’erano anche 600 euro in contanti, frutto della vendita della droga.

La moglie del pensionato ha dichiarato di non essersi mai accorta del “secondo lavoro” del marito. Imbarazzato, l’uomo ha seguito i carabinieri, che lo hanno arrestato per detenzione e spaccio di stupefacenti.

serra marjuana-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoppia un tubo dell’acqua: e i carabinieri scoprono una serra di droga

MonzaToday è in caricamento