rotate-mobile
Lutto in Brianza / Seveso

Addio a Matteo, il volontario brianzolo dal cuore d'oro

E' morto a 53 anni e fino alla fine non ha mai smesso di prodigarsi per il bene della città

Una vita spesa per il bene della sua città. Seveso piange la morte di Matteo Barone, noto volontario del Gruppo comunale volontari protezione civile e commissario alla cultura del comune di Seveso, morto questa mattina, 19 giugno, a soli 53 anni, dopo aver combattuto con una brutta malattia. Ad annunciare la triste perdita alla città, dove Barone era molto conosciuto e stimato, è stata (sui social) lo stesso primo cittadino Alessia Borroni: "Ci siamo conosciuti per caso, io all’epoca ero assessore e tu membro della commissione cultura - ha scritto - Tu eri all’opposizione, eppure siamo diventati amici, di quella amicizia pura che va oltre tutto. Ricordo le nostre chiacchierate su che cosa sarebbe stato bello fare nella nostra città. La protezione civile di Seveso, la tua seconda famiglia: eri  un volontario di quelli veri. Poi quella maledetta malattia. Uno dei tuoi ultimi messaggi mi hanno toccato il cuore: mi ringraziavi perché i nostri eventi nelle piazze ti avevano ridato la forza di combattere per tornare a vivere e non vedevi l’ora di stare meglio per partecipare. Lo hai fatto l’ultima volta il 26 maggio alla festa della protezione civile. Eri contento del calore di tanti amici. Forse sei rimasto sorpreso di quante persone ti vogliono bene. Ma non poteva che essere così, sei sempre stato una persona buona e gentile. Oggi ci hai lasciato. Fai buon viaggio, amico mio. Ciao Matteo".

Un messaggio toccante, a delineare il grande spessore di Barone, sempre sorridente, solare, entusiasta, e sempre in prima linea quando si trattava di impegnarsi a favore del bene comune. Alle parole del sindaco Borroni, oltre ai tanti messaggi di cordoglio e di vicinanza alla famiglia, hanno fatto seguito anche quelle del consigliere comunale Pietro Aceti: "Un post che mai avrei voluto fare. Ho conosciuto Matteo nel primo progetto politico a cui ho partecipato, Vivacittà, durante le elezioni del 2018, e fin da subito mi è stata chiara la pasta di cui Matteo era fatto. Un mediatore che cercava di trovare il compromesso tra le parti quando era necessario, e che non si stancava mai di dire che l'ottimo consisteva nel raggiungere il punto di incontro. D'altro canto sapeva tenere la barra ferma e il motore al massimo quando il compromesso era inaccettabile, quando la richiesta della controparte non era presentabile. Una caratura morale, un coraggio, una bontà d'animo e un fervore nel credere nei propri ideali che sono e devono essere una lezione di vita politica e non per tutti noi. Matteo non si è mai lasciato abbattere, e non ha mai smesso di prodigarsi per il bene della città a 360 gradi aiutando nel Gruppo comunale volontari protezione civile di Seveso e mantenendo il ruolo di commissario alla cultura del comune nonostante il peso della malattia. La città ti deve tanto caro Matteo".

Barone lascia la moglie Simona, un fratello e le sorelle. I funerali si terranno giovedì 22 giugno a Meda, alle 10,30, nella chiesa parrocchiale di San Pietro. Preceduti dal rosario. La salma di Barone, che ora si trova nella casa funeraria Oltre di Plinio, in provincia di Como, dopo il rito funebre sarà tumulata nel cimitero di Seveso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Matteo, il volontario brianzolo dal cuore d'oro

MonzaToday è in caricamento