Inveisce contro Berlusconi e sfonda con calci e pugni il portone del Tribunale

In via Italia nella tarda serata di lunedì sono intervenuti i poliziotti del commissariato di Monza che hanno bloccato l'uomo che è stato trasferito in ospedale e sottoposto a Tso

Immagine di repertorio

Allarme nella serata di lunedì a Monza, in via Italia presso la sede distaccata del Tribunale di Monza. Intorno alle 22 un uomo, completamente fuori controllo, impugnando una leva da scasso, ha colpito, fino a sfondarla, la porta di ingresso della sede del tribunale, scardinando il portone con calci, pugni e colpi. 

Sul posto è immediatamente intervenuta una volante della polizia di Stato che ha bloccato l'uomo, un cittadino italiano ma di origini nomadi, con numerosi precedenti penali. Il 34enne, farneticando frasi incomprensibili e inveendo contro l'ex pemier Silvio Berlusconi, è riuscito a scardinare la porta ma è stato bloccato dagli agenti prima di riuscire a entrare e introdursi nei locali. 

La polizia di Stato ha allertato la vigilianza e l'area è stata presidiata e messa in sicureza. L'uomo invece è stato soccorso da un'ambulanza e trasferito in ospedale al San Gerardo di Monza dove è stato sottoposto a un trattamento sanitario obbligatorio. Nei suoi confronti si procederà con una denuncia per danneggiamento aggravato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • Natale low cost: 11 idee regalo a meno di 20 euro per gli amici e la famiglia

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

  • Brugherio, troppi clienti dentro il negozio nel centro commerciale: multa e attività chiusa

Torna su
MonzaToday è in caricamento