Occupa abusivamente una casa con due bambini: donna incinta denunciata

Lo sgombero. La donna ha poi rifiutato una sistemazione d'emergenza offerta da parte del comune

Due bimbi di tre e cinque anni, un terzo figlio in arrivo e nessun posto dove dormire. Una donna di 39 anni mercoledì sera è stata sorpresa all'interno di un appartamento comunale del complesso di via Anastasia dove era entrata abusivamente e aveva improvvisato un rifugio di fortuna.

Senza nè corrente elettrica e neppure gas, con una sola borsa al seguito, aveva provato a trovare qui una sistemazione temporanea. Nella serata di mercoledì però la polizia locale di Monza è intervenuta per effettuare lo sgombero: l'abitazione presentava gli infissi del balcone danneggiati a causa del tentativo di introdursi nei locali. Vista l'emergenza della situazione, per non lasciare in mezzo alla strada un'intera famiglia con minori, l'intervento è stato posticipato alla mattina successiva e del caso sono stati informati gli assistenti sociali e gli uffici comunali competenti che hanno preso in carico la situazione.

La donna ha spiegato agli agenti di non aver danneggiato nulla nell'abitazione e di essere stata costretta a entrare perchè era stata cacciata da un'altra casa e allontanata anche da un albergo monzese. Per la signora, 38 anni, scatterà una denuncia per occupazione abusiva e danneggiamento di edifici pubblici.

Alla signora è stata offerta da parte dell'Ufficio Alloggi del comune un'abitazione d'emergenza per fornire alla famiglia una sistemazione temporanea: la casa però non ha soddisfatto le aspettative della 38enne che ha rifiutato l'aiuto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • Dal sogno reale alle bollette non pagate: favola senza lieto fine per la Reggia di Monza

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

Torna su
MonzaToday è in caricamento