menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Atti osceni sul treno davanti a una ragazza, denunciato un quarantenne a Monza

La giovane è riuscita a dare l'allarme e ha richiamato l'attenzione di due guardie giurate nella stazione monzese: sul posto è intervenuta una volante della polizia di Stato

Un viaggio che purtroppo non dimenticherà molto facilmente. Una ragazza domenica pomeriggio a Monza è stata costratta a essere spettarice di un osceno spettacolo a bordo di un treno regionale nel tratto tra Milano e il capoluogo brianzolo mentre un uomo italiano di quarant'anni, originario di Como, si è reso responsabile di atti osceni.

La giovane ha incrociato nel vagone vuoto del convoglio in un assolato pomeriggio di metà agosto l'esibizionista la prima volta alla stazione di Greco Pirelli. L'uomo ha iniziato a fissarla e poi è passato all'azione. Dapprima, con indosso ancora i pantaloncini, le ha mostrato il sedere, poi mentre il treno percorreva il tratto tra Sesto San Giovanni e Monza, ha cominciato a masturbarsi.

Lei, spaventata, ha subito chiesto aiuto e ha iniziato a urlare, allontanandosi. Una volta che il convoglio è giunto alla stazione di Monza due guardie giurate in servizio hanno avvertito le urla della giovane e sono riuscite a rincorrere e bloccare il maniaco fino all'arrivo di una volante della Polizia di Stato. Per il quarantenne è scattata una denuncia per atti osceni: l'uomo ha problemi mentali e già in passato si era reso responsabile di simili episodi in pubblico.

Solo la settimana scorsa gli agenti del commissariato di Polizia di Stato erano dovuti intervenire a pochi passi dal Parco per fermare un altro maniaco che era stato sorpreso a masturbarsi in strada. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento