rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Sicurezza e dibattito / Stazione / Corso Milano

18enne accoltellato in via Bergamo e una rissa a bottigliate: "Serve prevenzione"

"La sicurezza urbana, non è ad oggi soltanto repressione dei reati" hanno dichiarato i consiglieri di Italia Viva: "Bisogna lavorare sulla prevenzione"

Nella notte di domenica 1 maggio un ragazzo di 18 anni è stato accoltellato alla schiena in via Bergamo, in una delle zone della movida di Monza. A colpirlo sarebbero stati due uomini - le indagini della Squadra Mobile della questura di Monza sono in corso - che passando in auto avrebbero fatto cadere la birra che il ragazzo aveva in mano e le schegge avrebbero colpito la sua fidanzata. Da qui la lite e l'aggressione a coltellate prima di fuggire via con il giovane rimasto a terra sanguinante.

Lunedì poi in zona stazione, in corso Milano, si è verificata una rissa a bottigliate, sotto gli occhi dei passanti. E un carabiniere durante l'intervento è rimasto ferito. A Monza ora si accende il dibattito sulla sicurezza. E sul tema sono intervenuti i consiglieri di Italia Viva Francesca Pontani e Alberto Pilotto.

"Non è il primo caso quello accaduto il Primo maggio 2022 a Monza, purtroppo in questi ultimi anni si sono verificati diversi casi simili a questo. Ricordiamo l’aggressione con arma bianca a Vittorio Brumotti nel 2020, sempre nel 2020 l’aggressione e l’uccisione in strada di un uomo a San Rocco, nel 2021 la violenta aggressione in via Italia nei pressi della ruota panoramica, ad aprile 2022 la rissa sempre in zona stazione e ieri quella avvenuta in via Bergamo ai danni di un giovane, ad oggi in gravi condizioni" si legge nella nota.

"Questi ed altri avvenimenti sono purtroppo ciò che la cronaca locale, ci ha riportato negli ultimi anni sul territorio monzese. Non serve creare spot parlando di sicurezza e risultati ottenuti, utilizzando una zona campione come la stazione di Monza, se poi concretamente non si è davvero presenti su tutto il territorio, delocalizzando in questo modo le problematiche nei quartieri e presso aree limitrofe più o meno adiacenti alla stazione stessa".

E ancora: "La sicurezza urbana, non è ad oggi soltanto repressione dei reati e di quei comportamenti che possiamo definire come scorretti o negativi; ma visto che coinvolge anche un vasto ed articolato sistema di interessi e valori, perché possa essere veramente funzionale, è soprattutto il saper lavorare sulla prevenzione e non esclusivamente sulla repressione (come abbiamo visto fare in questi anni), promuovendo attività ed interventi focalizzati a migliorare la qualità della vita, il benessere e la sicurezza sul territorio monzese".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

18enne accoltellato in via Bergamo e una rissa a bottigliate: "Serve prevenzione"

MonzaToday è in caricamento