Cronaca Vimercate

Ucciso a 22 anni nella rissa ai giardinetti con bastoni e spranghe: chi è la vittima

Un morto e un ferito: il bilancio della notte di sangue a Pessano con Bornago. La vittima, 22 anni, abitava a Vimercate

Bastoni, spranghe, pietre e un coltello. Un appuntamento per regolare alcune questioni irrisolte che si è trasformato in una violenta rissa finita nel sangue, con un ragazzo di 22 anni morto per le ferite da arma da taglio al torace e un sedicenne in ospedale. Nottata di sangue a Pessano con Bornago, comune milanese alle porte della Brianza, dove tra via Monte Grappa e via Della Vigna, a ridosso di alcuni giardinetti, due gruppi di giovanissimi si sono affrontati. Ancora sconosciuti i motivi all'origine del violento scontro che ha portato dalla Brianza nel Milanese un gruppo di almeno una decina di ragazzi che hanno incontrato alcuni "rivali". Sulla vicenda al momento gli inquirenti hanno scelto di mantenere riserbo investigativo. Tra questi c'era anche la vittima che è deceduta poco dopo in ospedale, al San Gerardo di Monza.

E' Stucchi Dimitry Simone, di Vimercate, classe 1999: a marzo avrebbe compiuto 23 anni. Il giovane ha perso la vita mercoledì sera nella sanguinosa rissa di Pessano. 

La violenta rissa finita con un morto

Bastoni, spranghe e sassi rinvenuti tra i cespugli a ridosso dei giardinetti. E anche un coltello che al momento non sembra però essere riconducibile all'arma con cui sarebbe stato ferito a morte il 22enne in quanto secondo quanto riferito non sarebbero state trovate tracce ematiche compatibili. Una schermaglia iniziata sui social e che poi da virtuale si è fatta reale. Violenta. Secondo quanto al momento ricostruito i due gruppi si sarebbero dati appuntamento nel cortile di un palazzo per un chiarimento divenuto scontro. Le armi rinvenute sul luogo dell'accaduto sono state sequestrate dai carabinieri della compagnia di Pioltello e dai militari dalla S.I.S. del Nucleo Investigativo del comando provinciale di Milano che hanno effettuato i rilievi.

Ora gli inquirenti sono al lavoro per ricostruire la dinamica della sanguinosa aggressione e individuare il responsabile di quello che ormai si profila come un omicidio. I soccorsi sono giunti in via Monte Grappa insieme alle forze dell'ordine poco prima della mezzanotte. A chiamare il numero di emergenza e a chiedere aiuto sono stati i ragazzi, che hanno dato l'allarme e provato a soccorrere l'amico ferito. Al momento sono stati identificati una decina di giovani, tutti poco più che maggiorenni. 

Il 22enne di Vimercate è stato trasportato all'ospedale San Gerardo di Monza d'urgenza, con ferite di arma da taglio al torace ma è morto poco dopo l'arrivo al pronto soccorso. L'altro ragazzo è un italiano di 16 anni: è stato ricoverato presso l'ospedale di Melzo con ferite alla testa ma non sarebbe in pericolo di vita, stando a quanto rivelano fonti dell'Azienda regionale emergenza urgenza. Le indagini di quanto accaduto sono in mano ai carabinieri del Comando Provinciale dei carabinieri di Milano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucciso a 22 anni nella rissa ai giardinetti con bastoni e spranghe: chi è la vittima

MonzaToday è in caricamento