Cittadini contro lo smog: "Ecco come combattere l'inquinamento"

Il comitato San Fruttuoso suggerisce dieci mosse per abbattere l'inquinamento e far tornare a respirare la città: da piccoli accorgimenti per il riscaldamento nelle scuole e negli edifici pubblici fino al prolungamento della metropolitana

Come si può fronteggiare l'emergenza inquinamento a Monza? A tentare di rispondere a questa domanda e a confrontarsi con l'allerta smog che ha coinvolto tutti i comuni del territorio in questi ultimi giorni sono stati direttamente i cittadini. L'associazione HQ San Fruttuoso 2000 infatti ha sottoposto all'attenzione della città e delle istituzioni alcuni suggerimenti per fronteggiare il problema della qualità dell'aria nel capoluogo brianzolo, con dieci semplici mosse che vanno da piccoli accorgimenti per il riscaldamento nelle scuole e negli edifici pubblici fino al prolungamento della metropolitana.

"Ora che pioggia e nevischio hanno attenuato un po’ lo smog, è il momento di parlare seriamente di cose utili e concrete da fare. Siccome Monza è additata da diversi organismi nazionali e internazionali come la città più inquinata d’Italia, abbiamo il dovere – oltre che l’interesse – di dimostrare che questo primato non ci sta affatto bene e che ci impegniamo seriamente per contrastarlo" si legge nella nota diffusa dal comitato. 

Per risolvere la situazione il decalogo di azioni da intraprendere mette al primo posto gli accorgimenti per il riscaldamento nelle scuole, al secondo punto il recupero di un piano territoriale degli orari, seguito dall'asfalto mangiasmog, dalle vernici fotovoltaiche, senza dimenticarsi del lavaggio delle strade e dell'incentivo del verde per abbattere l'inquinamento. Vanno poi potenziati gli incentivi per le caldaie in classe "A" e gli investimenti per il trasporto pubblico locale che consentirebbe così ai cittadini di lasciare in garage l'auto e di muoversi comodamente con autobus, mezzi pubblici, bus elettrici sperimentali e magari perchè no, anche con la metropolitana.

E' proprio questo infatti uno degli interventi anti-inquinamento che il comitato suggerisce come soluzione per l'abbattimento dello smog e a tutela della qualità dell'aria. "Va dato atto al sindaco di Monza di avere rilanciato, in questi mesi, l’idea di collegare Milano a Monza Villa Reale con una linea metropolitana" - spiegano da via Tazzoli - "Ma il progetto Monza Metropolitana, tra luci e ombre, ha ancora troppi aspetti da chiarire. E non vediamo al momento una spinta adeguata per arrivare concretamente alla realizzazione di questa infrastruttura di trasporto fondamentale, che Monza aspetta da decenni". 

Oltre all'intervento per potenziare il trasporto pubblico locale e sostenere il prolungamento della metropolitana però i cittadini hanno portato all'attenzione anche altri temi centrali come la riduzione degli sprechi per il riscaldamento negli edifici pubblici e nelle scuole, da spegnere nel weekend e durante le festività, l'impiego di caldaie in classe "A", la stesura di asfalto mangia-smog "con agglomerati al biossido di titanio, che trattengono e trasformano gli inquinanti" e ancora l'utilizzo di vernici fotovoltaiche "in grado di decomporre in 60 minuti il 90% dell’inquinamento presente in 80 metri cubi d’aria".

“Monza maglia nera nazionale dell’inquinamento deve fare di più e di meglio. Lo smog danneggia le nostre vite, ma anche appanna l’immagine di città di qualità alla quale tutti teniamo. La gravità del problema richiede di mettere a punto piani-guida di rilevanza nazionale per i quali è sicuramente possibile chiedere, e ottenere, fondi extra dallo Stato e dalla Regione. Al Comune diciamo: diamoci da fare” ha dichiarato Isabella Tavazzi, portavoce dell’Associazione HQMonza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una richiesta forte agli amministratori locali intanto è arrivata da parte di Legambiente. "Chiediamo al Sindaco di Monza di inserire, nel bilancio 2016, i finanziamenti necessari per dare atto a quanto concordato al Ministero dell’Ambiente. Questo al fine di ridurre le probabilità che si realizzino altri periodi di emergenza e per risanare l’aria monzese indipendentemente dalle condizioni climatiche” ha reso noto Atos Scandellari, presidente del circolo di Monza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Bollettino coronavirus 21 ottobre, record di contagi: 4.126 in Lombardia e 671 a Monza e Brianza

  • Auto prende fuoco dopo incidente, passante spacca vetro e salva vita a un ragazzo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento