Terremoto, la Brianza della solidarietà già in viaggio verso il centro Italia

Sono già alcune decine i volontari partiti per il centro Italia, da Giussano, Monza, Carate Brianza, Desio e Vimercate

I soccorsi a Pescara del Tronto/AnconaToday

Sono passate solo poche ore dal violento terremoto che ha colpito il centro Italia. Ma La Brianza della solidarietà si è già messa in moto per soccorrere le popolazioni vittime del sisma che ha nella notte tra martedì e mercoledì ha devastato Lazio, Marche e Umbria. Le vittime sarebbero 60, migliaia i feriti. E tre piccoli paesi – Amatrice e Accumoli in provincia di Rieti e Arquata del Tronto in provincia di Ascoli Piceno – sono ridotti in briciole. Danneggiati anche alcuni tesori dell’arte e della cultura. La prima scossa è stata alle ore 3.36, l’epicentro ad Accumoli, con una potenza di 6.0 magnitudo.

La Protezione civile di Monza e Brianza ha messo in pre-allerta le 43 organizzazioni di soccorso attive in Brianza. E sono già alcune decine i volontari partiti per il centro Italia, da Giussano, Monza, Carate Brianza, Desio e Vimercate. Si lavora in collaborazione con il Coordinamento di Regione Lombardia, quello della Città Metropolitana di Milano e con il Dipartimento nazionale. La Brianza è pronta a mettere a disposizione fino a 1.033 volontari specializzati. Tra i settori, nei quali ci sono esperti a disposizione, c’è la logistica pesante e l’allestimento campi di soccorso. Un centro operativo, attivo ad Agrate Brianza, è già stato utilizzato intensamente nei terremoti dell’Emilia Romagna e dell’Aquila.

«La Provincia è pronta a fare la sua parte – spiega il presidente della Provincia MB Gigi Ponti – mettendo a disposizione solidarietà concreta e la professionalità necessaria ad affrontare questi difficili momenti. Esprimo la più sentita vicinanza nella tragedia ai colleghi Presidenti delle Province di Rieti, Giuseppe Rinaldi, Ascoli Piceno, Paolo D'Erasmo, e Perugia, Nando Mismetti e alle loro comunità».

La Caritas Ambrosiana ha inviato volontari e mezzi, e ha stanziato 50mila euro per le prime necessità. Il cardinale Angelo Scola ha invitato i cristiani a inviare offerte e donazioni per aiutare i terremotati. Si sono attivati – attraverso l’Anci e il sindaco di Monza, Roberto Scanagatti – anche i 55 comuni della Provincia di Monza e Brianza. Decine le città che si sono organizzate per fare partire acqua, cibo, letti, coperte, cucine da campo e know how per la fase di primo soccorso e per la fase successiva.

Chi vuole effettuare donazioni, può farlo inviando un contributo a questi conti correnti:

- C.C.P. n. 000013576228 intestato Caritas Ambrosiana Onlus - Via S.Bernardino 4 - 20122 Milano.

- C/C presso Banca Popolare Etica, intestato a Caritas Ambrosiana Onlus IBAN: IT86E0501801600000000101545 Causale: terremoto in centro Italia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È possibile fare una donazione anche all’Ufficio Raccolta Fondi in via San Bernardino, 4 a Milano dal lunedì al giovedì dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.30 e il venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.30 o con carta di credito telefonando al numero 02.76.037.324. Per qualsiasi informazione: offerte@caritasambrosiana.it corrente intestato ad Anci, con causale Emergenza terremoto centro Italia all’IBAN: IT27A 06230 03202 000056748129.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento