Spaccia cocaina mentre è ai domiciliari: la droga sotto una tazzina da caffè

La scoperta durante un controllo da parte dei poliziotti del commissariato di Monza

A tutti coloro che bussavano alla sua porta e che gli facevano visita nell'appartamento monzese dove scontava gli arresti domiciliari non offriva soltanto il caffè. Sotto una tazzina in cucina infatti i poliziotti hanno trovato anche della polvere bianca e non era zucchero caduto per sbaglio. 

L'uomo, M.V., monzese, sotto una tazzina in cucina, nascondeva due grammi di cocaina e, poco distanti, sostanza da taglio e un bilancino di precisione. La scoperta risale a giovedì pomeriggio quando gli agenti del commissariato di polizia di Stato hanno bussato alla porta dell'uomo con precedenti per reati contro il patrimonio per un controllo. 

Alla vista dei poliziotti, M.V. è sembrato fortemente a disagio e disturbato dalla presenza delle forze dell'ordine ed è scattata la perquisizione domiciliare. Oltre alla droga rinvenuta in cucina, nell'appartamento gli agenti hanno trovato anche 700 euro in contanti che l'uomo nascondeva nelle tasche della giacca.

Il pusher è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio e segnalato per l'aggravamento della misura al Tribunale di Sorveglianza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • Zona rossa, ecco l'elenco delle attività e dei negozi aperti e quelli chiusi in Lombardia

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Accoltella moglie in strada e inventa rapina, in casa droga: arrestato per tentato omicidio

Torna su
MonzaToday è in caricamento