menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine repertorio

Immagine repertorio

Nasconde 11mila euro nella siepe di un bar: pusher tradito dalle chiamate con i clienti

Nei guai un cittadino marocchino di 27 anni, arrestato dopo un'indagine durata cinque mesi

Aveva nascosto 11mila euro dietro a una siepe di un bar. Soldi che secondo gli agenti del 113 erano il "provento della sua attività" di spacciatore. Ma i poliziotti oltre ai soldi — lo scorso maggio — non avevano trovato nulla. Sabato, dopo cinque mesi di indagine, è stato arrestato dagli agenti del commissariato di Monza. Nei guai H.I, cittadino marocchino pregiudicato.

Per inchiodarlo i poliziotti hanno usato i tabulati telefonici del suo cellulare che tra aprile e maggio aveva ricevuto numerose  chiamate,  quasi tutte di poche decine di secondi, "tipico delle conversazioni tra 'spacciatore' e 'cliente'", precisano gli investigatori. E diversi contatti, interrogati dagli inquirenti, avrebbero ammesso di aver comprato stupefacenti dal 27enne vicino a un bar di via Col di Lana a Monza. 

Le indagini hanno convinto l'autorità giudiziaria a emettere un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, messa a segno nella notte tra venerdì e sabato. Il 27enne è stato ristrettonel carcere di Monza. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Come eliminare la puzza di fumo dalla tua casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento