Evade dai domiciliari: ex spacciatore torna in cella

Per due volte i carabinieri si sono presentati a casa sua e non lo hanno trovato. L'arresto

Era riuscito a convincere i giudici che si era pentito. Che aveva appeso al chiodo i ferri del mestiere di spacciatore e aveva messo la testa a posto. Così, i magistrati avevano concesso a un albanese di 31 anni l’affidamento ai servizi sociali. Con l’obbligo di non uscire di casa alla sera.

E’ stato proprio quest’ultima misura, a far cadere l’ex spacciatore. Per due volte i carabinieri di Seregno sono andati a casa sua. E per altrettante volte, non lo hanno trovato. Così, non hanno avuto scelta: affido finito e il 31enne è tornato in cella. Dovrà scontare in carcere la condanna per detenzione e spaccio di stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

Torna su
MonzaToday è in caricamento