Spaccio, operazione"Hazzard": nove arresti a Monza

Nella notte tra domenica e lunedì nove persone sono finite in manette. E' stata smantellata la centrale dello spaccio cittadina: il sodalizio criminale era costituito da soggetti italiani e di etnia sinti

Il materiale sequestrato

Le indagini erano partite nel 2013 e nella notte tra domenica e lunedì sono scattate le manette per nove persone a Monza accusate di detenzione e spaccio di stupefacenti.

L'operazione dei carabinieri ha colpito una vera e propria "centrale" dello spaccio attiva nel quartiere di San Fruttuoso dove in più di un anno le forze dell'ordine sono riuscite a documentare 2000 cessioni di droga e identificare 65 assuntori.

Gli stupefacenti smerciati dal sodalizio criminale costituito da soggetti italiani e di etnia sinti erano soprattutto cocaina e hashish e la clientela eterogenea: a comprare la droga erano studenti, insospettabili professionisti, impiegati e operai. 

Leggi qui tutti i dettagli dell'operazione: dove e come spacciavano. 

Il blitz è scattato nella notte quando i carabinieri guidati dal capitano Enrico Vecchio hanno dato esecuzione a nove misure di custodia cautelare emesse dal gip del Tribunale di Monza.

Durante le perquisizioni domiciliari sono stati sequestrati oltre 10kg di hashish. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento