Monza, scuole “stupefacenti”: sequestrati un chilo di droga e 1500 euro in contanti

La guardia di finanza di Monza fa il bilancio dei primi cinque mesi di lavoro. Oltre alla lotta all'evasione e alla contraffazione, spiccano gli interventi contro lo spaccio nelle scuole

Il bilancio dei finanzieri - Foto repertorio

Tutelare l’economia legale e le imprese rispettose delle regole. Garantire il corretto impiego delle risorse destinate al benessere della collettività. E combattere frodi, truffe e spaccio di sostanze stupefacenti. Sono sempre le stesse le missioni degli uomini della guardia di finanza di Monza, che nei primi cinque mesi del 2016 hanno messo a segno colpi importanti, arrivati a seguito di indagini lunghe ed accurate o dopo blitz rapidi e decisi.  

Contro l’evasione e le frodi fiscali, spiegano le stesse fiamme gialle in un comunicato, sono state concluse 264 attività ispettive, tra verifiche fiscali, controlli ed altri interventi. A farne le spese sono state ottantanove persone, tutte responsabili di reati fiscali: dalla dichiarazione fraudolenta all’omessa dichiarazione dei redditi passando per l’emissione di fatture inesistenti. Nelle operazioni, da gennaio a fine maggio, sono stati scoperti dieci evasori totali: imprenditori che pur svolgendo attività economiche sono risultati completamente o parzialmente sconosciuti. Proprio a loro sono stati contestati ricavi non dichiarati per circa ventisei milioni di euro ed un’Iva evasa per oltre sette milioni.

Gli stessi finanzieri hanno scoperto anche diversi casi di evasione internazionale – riconducibili sia a fenomeni di fittizio trasferimento all’estero della residenza di società sia alla presenza in Italia di stabili organizzazioni occulte di società estere – che porteranno, a conclusione delle verifiche fiscali, al recupero a tassazione di ulteriori basi imponibili ai fini per oltre settantatré milioni di euro. E’ stato, inoltre, proposto all’autorità giudiziaria il sequestro di disponibilità patrimoniali e finanziarie nei confronti dei responsabili di frodi fiscali per 138 milioni di euro.

E’ proseguita, segnala la guardia di finanza, anche l’intensa attività di controllo economico del territorio provinciale, con l’effettuazione di 1377 controlli circa l’emissione di scontrini e ricevute fiscali, di cui 148 con esito irregolare (circa il 14% del totale) e 251 ispezioni di beni viaggianti su strada, di cui 49 nei confronti di autocisterne trasportanti prodotti sottoposti ad accise. Eseguiti anche 6 interventi a massa per il contrasto del lavoro irregolare, che hanno permesso di scoprire 29 lavoratori in nero, di cui 9 extracomunitari.

Durante gli stessi cinque mesi le fiamme gialle brianzole hanno profuso un notevole impegno nella lotta agli sprechi di denaro pubblico, contrastando in particolare le truffe nel settore previdenziale ed al sistema sanitario nazionale. In tale ambito, sono stati effettuati 19 controlli volti a verificare la sussistenza dei requisiti di legge previsti per l’erogazione di prestazioni sociali agevolate e per l’esenzione del ticket sanitario, con percentuali di irregolarità rilevate pari al 58% e la denuncia di 11 soggetti responsabili.

Non solo evasione e truffe, però. I finanzieri, infatti, hanno concluso anche 25 interventi che hanno portato al sequestro di circa 23 milioni di prodotti illegali, perché contraffatti, pericolosi o recanti falsa indicazione di origine o provenienza, per un valore stimato di circa 5,5 milioni di euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel mirino delle fiamme gialle sono finiti anche gioco d’azzardo e spaccio. I 15 interventi effettuati presso sale giochi e centri di scommesse hanno permesso di riscontrare irregolarità nel 40% dei casi, con 6 violazioni alle normative vigenti contestate. Sono stati poi effettuati numerosi interventi, tra l’altro, presso diversi istituti scolastici secondari della provincia, con l’ausilio di unità cinofile, che hanno consentito di sequestrare circa 1 kg tra hashish e marijuana, 7 gr. di cocaina, 1.475 euro in contanti e 2 autovetture a carico di 25 soggetti verbalizzati, di cui 5 tratti in arresto e 4 denunciati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Bollettino coronavirus 21 ottobre, record di contagi: 4.126 in Lombardia e 671 a Monza e Brianza

  • Auto prende fuoco dopo incidente, passante spacca vetro e salva vita a un ragazzo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento