Omicidio a Bovisio, spara al cuore e uccide la moglie in strada: erano vicini alla separazione

È successo nel pomeriggio di giovedì in Corso Italia. Sul caso indagano i carabinieri

Il luogo dell'omicidio e la vittima

Omicidio a Bovisio Masciago nel primo pomeriggio di giovedì 19 aprile. Poco prima delle 13 una donna di 56 anni, Valeria Bufo, è stata uccisa a colpi di pistola. A sparare, secondo gli investigatori, sarebbe stato il marito, Giorgio Truzzi, che pochi minuti dopo si è costituito alla stazione dei carabinieri di Seveso, in Brianza.

L'omicidio

L'agguato è avvenuto vicino a un semaforo di Corso Italia, una delle vie centrali della cittadina. L'uomo, a bordo di una Smart, avrebbe "pedinato" la 56enne che con la sua Alfa Romeo Giulietta stava andando a prendere a scuola loro figlia. Vicino al semaforo l'uomo sarebbe sceso dall'utilitaria, avrebbe preso la pistola e avrebbe fatto fuoco. Avrebbe esploso almeno quattro colpi, tutti dritti al cuore. Poi avrebbe lasciato Valeria agonizzante ed è andato a costituirsi nella caserma dei carabinieri di Seveso. Resta da chiarire se la donna sia scesa volontariamente dall'auto prima di essere colpita, in mezzo alla strada, dai proiettili.

La 56enne è stata trovata priva di sensi da alcuni passanti che hanno lanciato l'allarme: è stata soccorsa dai sanitari del 118 e accompagnata d'urgenza al pronto soccorso dell'ospedale San Gerardo, dove è deceduta intorno alle 14.50.

La vita della coppia

Giorgio Truzzi è stato interrogato a lungo nella caserma dei carabinieri di via Europa Unita a Seveso; oltre al capitano della compagnia di Desio, Mansueto Cosentino, era presente anche il pubblico ministero Stefania Di Tullio della procura di Monza. Nella serata di giovedì è stato dichiarato in stato di arresto e accompagnato nella stazione dei carabinieri di Desio. L'arma che ha ucciso Valeria, è stata trovata la mattina successiva, in un campo a Cesano Maderno. 

La coppia — lei impiegata in un'azienda di Bovisio Masciago, lui autista, secondo quanto riferito dagli investigatori — aveva tre figli: una figlia minorenne e due ragazzi di 23 e 19 anni. Vivevano a Seveso, ma da diverso tempo erano in crisi ed erano vicini alla separazione; non solo: da due settimane le loro vite si erano divise. Secondo quanto riferito dai militari non ci sono denunce pregresse da parte della vittima.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alunno positivo: cosa succede ai suoi compagni (e ai loro genitori)

  • Tragedia a Lazzate, uomo trovato cadavere in via Enrico Fermi: indagano i carabinieri

  • Tumore al pancreas in stadio avanzato: operazione "unica" all'ospedale di Vimercate per una donna

  • Le meraviglie di Monza celebrate in televisione, in città le riprese della Rai

  • Trovato morto a 47 anni Alessandro Catone, il "Porco schifo" di YouTube

  • Dove andare a fare castagne senza allontanarsi troppo da Monza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento