Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Brugherio

Spari al tribunale di Milano, tre morti: il killer è Claudio Giardiello di Brugherio

E' residente in Brianza l'uomo che giovedì mattina ha seminato il panico nel palazzo di Giustizia di Milano. Sotto i suoi colpi sono morte tre persone. E' stato arrestato, dopo una fuga, a Vimercate

Cinquantasette anni. Residente a Brugherio, ma originario di Benevento. E imputato nel processo sul crac Magenta s.r.l., società di edilizia fallita qualche anno fa, con l’accusa di bancarotta fraudolenta. E’ questo l’identikit di Claudio Giardiello, l’uomo che giovedì mattina poco dopo le undici ha aperto il fuoco nel Tribunale di Milano, uccidendo tre persone e ferendone gravemente un'altra

A cadere sotto i suoi colpi sono state tre persone, tutte nel Tribunale al momento della sparatoria. Hanno perso la vita il giudice fallimentare Fernando Ciampi, che è stato freddato nel suo ufficio, al secondo piano del palazzo di Gisutizia, dove il killer lo avrebbe raggiunto dopo aver esploso quattro colpi di pistola; l’avvocato Lorenzo Alberto Claris Appiani, che era il legale del killer ed aveva rimesso il proprio mandato scatenando la follia omicida dell’uomo; e il sessantenne Giorgio Erba, imputato nel processo insieme a suo nipote Davide Limoncelli, e morto in ospedale nonostante un intervento d'urgenza. 

VIDEO | Spari nel Tribunale: il killer in azione

sparatoria video

Dopo aver messo in atto il suo folle piano, Giardiello è fuggito dal Tribunale a bordo di una moto con carabinieri e polizia a braccarlo. I militari sono riusciti a bloccarlo e ad

arrestarlo a Vimercate nei pressi del centro commerciale Torri Bianche

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spari al tribunale di Milano, tre morti: il killer è Claudio Giardiello di Brugherio

MonzaToday è in caricamento