Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Stabile occupato a Monza, sopralluogo dell'assessore regionale Bordonali, della Lega Nord e del candidato sindaco Allevi

La visita lunedì mattina

 

Panni stesi al sole ad asciugare, materassi e giacigli di fortuna stipati a terra tra scarpette da bambini ed effetti personali. Lunedì mattina il segretario cittadino della Lega Nord, Federico Arena, insieme al candidato sindaco del centrodestra Dario Allevi e all'assessore regionale alla Sicurezza Simona Bordonali ha fatto visita a uno stabile occupato in via Curtatone a Monza.

Durante il sopralluogo la delegazione ha fatto ingresso nell'edificio, di proprietà dell'ASST di Monza quindi facente capo a Regione Lombardia, denunciando lo stato di abbandono dei locali e chiamando in causa l'attuale amministrazione Scanagatti per il degrado dell'area dove, da circa una settimana, pare si siano stabiliti nell'edificio alcuni cittadini rom. 

"Questa mattina Dario Allevi insieme ai militanti della Lega Nord ha denunciato l’occupazione abusiva di uno stabile di via Curtatone, chiedendo al sindaco lo sgombero sottintendendo una colpevole inerzia dell’amministrazione comunale" spiegano dal comitato elettorale del primo cittadino che domanica sfiderà al ballottaggio il candidato del centrodestra. "L’iniziativa è stata rilanciata sui social media con un video in cui Allevi e Federico Arena, segretario LN, accusano il primo cittadino monzese Roberto Scanagatti, responsabile, a loro dire, di non aver fatto nulla per liberare lo stabile. I due sanno bene che le richieste di sgombero vanno indirizzate al Prefetto, non certo al Sindaco. In Comune non risulta nemmeno una segnalazione da parte del proprietario dell’edificio che, si dà il caso, sia l’Ospedale San Gerardo, che dipende dalla Regione Lombardia a guida leghista. I leghisti e Allevi, oggi, hanno quindi protestato contro se stessi" hanno replicato.

"Noi ci siamo già attivati" ha detto l'assessore Bordonali durante la visita. "E' assurdo che non si sia ancora attivato il sindaco perchè nemmeno si accorge che una palazzina sul proprio territorio viene occupata". "C'è anche una situazione, al di là dell'illegalità, anche di pericolosità per la presenza di odore di gas. Mi sono già attivata e ho già sentito il Dottor Stocco, il Direttore Generale dell'ASST di Monza, che ha già avviato tutte le procedure e si è già sentito con la Questura per arrivare a uno sgmobero definitivo" ha spiegato l'assessore regionale. 

"Metteremo in sicurezza questo edificio" ha annunciato l'assessore Bordonali "perchè può essere anche una risorsa per il comune". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
MonzaToday è in caricamento