Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Operaio perseguita la ex e non le dà tregua davanti al suo negozio

Quando sono arrivati i carabinieri l'uomo, un 52enne residente a Monza, era ancora lì: per lui sono scattate le manette con l'accusa di stalking

Quando i carabinieri sono arrivati davanti al negozio da cui era partita da parte di una donna perseguitata dal suo ex una chiamata di allerta, i militari hanno trovato l'uomo ancora lì.

52 anni, residente a Monza e di professione operaio, non si rassegnava alla fine della storia d'amore con la sua ex, una donna di 55 anni e si era trasformato nel suo peggiore incubo con telefonate e messaggi a tutte le ore e appostamenti.

L'ultimo, dopo le segnalazioni che più volte la vittima aveva inoltrato alle forze dell'ordine, è avvenuto martedì pomeriggio quando il 52enne si è presentato fuori dal negzio dove la donna lavora come commessa a Novate Milanese.

Nonostante lei abbia più volte cercato di farlo ragionare il 52enne non ne voleva sapere di andarsene ed è scattata la telefonata al 112 che ha richiamato sul posto i carabinieri della stazione di Novate Milanese e della compagnia di Rho.

Per l'uomo sono scattate le manette con l'accusa di stalking e ora si trova rinchiuso nel carcere di San Vittore. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operaio perseguita la ex e non le dà tregua davanti al suo negozio

MonzaToday è in caricamento