Schiamazzi in stazione, le forze dell'ordine allontanano un gruppo di 25 cittadini stranieri

Dopo le segnalazioni dei passanti sul posto giovedì sera sono intervenuti gli agenti della polizia locale con il supporto di una volante della Polizia di Stato

L'intervento in stazione

Un presidio fisso davanti alla stazione in via Arosio e controlli costanti anche all'ingresso di piazza Castello. La polizia locale di Monza da qualche giorno è impegnata in servizi permanenti e continuati nell'area "sensibile" dell'interscambio ferroviario. 

Giovedì sera, intorno alle 20, in seguito ad alcune segnalazioni ricevute dalla centrale operativa da parte di alcuni cittadini di passaggio, il personale del comando di via Marsala insieme a una volante della polizia di Stato, è intervenuto nei pressi dell'ingresso della stazione dal lato del Binario 7.

Qui, secondo le segnalazioni ricevute dai passanti, si erano radunati un gruppo di circa venti-venticinque cittadini stranieri extracomunitari intenti a bivaccare e disturbare con schiamazzi. Le forze dell'ordine sono intervenute e hanno identificato tutti i presenti, tutti cittadini originari del Nord Africa, tra i 20 e i 30 anni, che sono risultati in regola con il permesso di soggiorno.

"Piazza Castello non è mai stata così deserta", ha commentato qualche passante, avvicinando gli agenti in servizio nei pressi della stazione giovedì sera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • Dal sogno reale alle bollette non pagate: favola senza lieto fine per la Reggia di Monza

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

Torna su
MonzaToday è in caricamento